0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Uva fragola: marmellata o liquore?

Di origine americana, dal colore quasi nero e la polpa dolce, l’uva fragola - anche nota come Isabella o Raisin de Cassis - è perfetta per preparare confetture e liquori. 

L'uva fragola, anche chiamata uva americana, è ottima per le confetture o i liquori. © Oleg Zhukov/123RF

Marmellata di uva fragola

Profumata, vagamente acidula e decisamente aromatica, la marmellata di uva fragola si prepara nel mese di ottobre e si conserva tutto l’anno. Per realizzarla procuratevi 1 chilo di uva fragola, 600 g di zucchero 600, un limone e una busta di Fruttapec (pectina).

Dopo aver sanificato i barattoli e i tappi, lavate gli acini, versateli in un tegame con mezzo bicchiere d’acqua, accendete il fuoco, portate a ebollizione e, mescolando di tanto in tanto, lasciate cuocere per poco meno di mezz’ora (finché saranno spappolati). A questo punto passate il composto nel passaverdure. Aggiungete il succo di mezzo limone, lo zucchero, e mettete sul fuoco per un quarto d’ora togliendo, a mano a mano, la schiuma. Infine unire la pectina e mescolare per 3 minuti. Invasare nei vasetti sanificati la confettura ricordandosi di non arrivare al bordo. Creare il sottovuoto e conservare in luogo fresco e asciutto.

Ratafià: il liquore di uva fragola dolce e speziato

Anche detto ratafià, il liquore di uva fragola ha un'aroma deciso, dolce e speziato. Procuratevi: mezzo chilo di uva fragola e 500 ml di alcol puro a 95°, 300 g di zucchero, 1 stecca di cannella e un paio di chiodi di garofano. Sgranate e lavate gli acini, quindi metteteli su un vassoio e asciugateli, poi versateli in un recipiente e, con una forchetta, schiacciateli, unite la cannella e i chiodi di garofano, metà porzione di zucchero e, infine, l'alcool. Chiudete ermeticamente e agitate il recipiente così da far sciogliere lo zucchero quindi mettetelo a invecchiare in un luogo fresco e buio per un mese ricordandovi di girare di tanto in tanto il vaso. 

Trascorso il periodo fate sciogliere lo zucchero rimanente in un pentolino con 300 ml di acqua per un paio di minuti e poi fate raffreddare lo sciroppo. Nel frattempo, con un colino a trama fine, filtrate il composto lasciato a macerare facendo pressione sugli acini per far uscire il succo. 

Infine amalgamate lo sciroppo al liquore e con un imbuto versate il liquido in bottiglie sterilizzate a chiusura ermetica. Dopo una decina di giorni trascorsi in un luogo fresco e buio il liquore di uva fragola è pronto.  

Il documento intitolato « Uva fragola: marmellata o liquore? » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.