0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Giardino: la manutenzione di un laghetto o di uno stagno

Bisogna dedicare molte cure a uno stagno o a un laghetto da giardino per preservare il loro equilibrio naturale. A questo equilibrio contribuiscono numerosi organismi (piante acquatiche e galleggianti, pesci...), e bisogna fare attenzione alle loro esigenze.

La manutenzione di un laghetto richiede dei trattatementi specifici che cambiano a seconda delle stagioni.

Manutenzione regolare

Verificate che il livello dell’acqua non diminuisca a causa dell’evaporazione (specialmente d’estate).
Togliete le foglie e gli eventuali rametti che sono caduti nello stagno (attenzione, i rametti non sono per forza in superficie).
Pulite il filtro della pompa con frequenza.

Gli animali e le piante dello stagno: due elementi essenziali

Per ottenere un’acqua limpida e avere uno stagno in buona salute, bisogna assicurarsi che la fauna e la flora siano in equilibrio. Per questo bisogna considerare i bisogni di ciascuno per quanto riguarda la luce, l’aria e così via.

Qualche consiglio:
- Per evitare la proliferazione di alghe, le piante acquatiche che fanno ombra all’interno dello stagno e proteggono le alghe dalla luce sono una buona arma. Per la fauna che vive nello stagno e che consuma ossigeno, le piante subacquee sono essenziali. Chiedete nei negozi specializzati quali sono le specie che potete associare.

- Inoltre, certi batteri permettono di pulire il fondo dello stagno. Esistono dei trattamenti appositi che si acquistano sempre nei negozi specializzati.

- Non sovrappopolate lo stagno: per esempio, non più di un pesce rosso per metro quadro.

- Attenzione, alcuni pesci, come i pesci rossi, si riproducono molto velocemente.
Non introducete troppi pesci e non aggiungete troppe piante in una volta sola, per non alterare l’ecosistema dello stagno.

Manutenzione stagionale

Primavera
Se lo stagno si è congelato, attivate la pompa dell’acqua durante il disgelo. Riprendete l’alimentazione dei pesci quando l’acqua ha oltrepassato gli 8 gradi. Introducete progressivamente le nuove piante acquatiche.

Autunno
Sotto una certa temperatura, generalmente intorno agli 8°, non nutrite più i pesci. Fermate la pompa dell’acqua.
Installate una pompa ad aria perché i pesci possano svernare.

Copyright foto: Istock

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo