0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

L’amante (perfetto): le 7 regole a letto secondo Tracey Cox

Le regole fondamentali per essere un amante perfetto sono 7: parola di Tracey Cox, la nota sessuologa britannica che le ha elencate sul DailyMail.

Secondo la sessuologa britannica Tracey Cox per essere bravi a letto basta seguire 7 regole.

 

Bravo a letto? Ascolta e impara

A forza di studiare la materia, scrivere libri e ascoltare coppie, Tracey Cox, la sessuologa britannica tra le più quotate al mondo, una certa esperienza su quali siano le regole per essere bravi a letto e soddisfare il partner, se l’è fatta. Principi elementari, semplici. Come il primo: se il sesso si fa in due, il buon sesso si fa ascoltando e imparando i desideri dell’altro, in un gioco vicendevole. “Inutile proporre sesso estremo a partner romantici: per essere l’amante migliore del mondo è necessario realizzare le fantasie dell’altro”. Come? Ascoltando e imparando.   

Ars amatoria: personalizza la teoria 

Si può sapere tutto sul clitoride, sulla fellatio e sul cunnilingus, conoscere tutte le posizioni del Kamasutra, padroneggiare sex toys e sapere come stimolare le zone erogene ma se durante il sesso non si personalizza la teoria, la pratica risulta meccanica e scadente. L’amante migliore ascolta, impara e osa. “Il sesso non è un abito a misura universale: ciò che ha funzionato con un partner non per forza funzionerà con un altro”, sostiene Tarcey Cox. 

L’orgasmo perfetto: tanta pratica

Elementare Watson: più ne fai, meglio ti viene. Il principio vale anche per il sesso e soprattutto per il picco di piacere: uno studio del 2012 che ha passato in rassegna più di 6 mila giovani donne ha rivelato che il numero di orgasmi è direttamente proporzionale al tempo che passa dal primo (imbarazzante) incontro. Insomma, “l’esperienza aiuta”.

O’ famo strano? Non giudicare

Di fronte a proposte di sesso fuori dall’ordinario è fondamentale non giudicare il partner ed evitare di reagire prendendola sul personale. Vietato chiedere: “Sei stufo di me?”, “Non ti piace più come lo facevamo?” perché lo mortificherebbe e trasformerebbe un afflato in un flop. Vale la prima regola: ascolta e impara, che la fame vien mangiando.

Sperimentare a letto: perché no?

La regola successiva presuppone che per essere un amante perfetto ci si metta in gioco e ad una proposta che evade la routine si risponda “perché no?”. Questa è la regola più importante per evitare che il sesso si trasformi in una ginnastica ripetitiva e faticosa e voi in amanti atleti che finiscono la performance il prima possibile. 

Parliamo di sesso

Il sesso non è solo fisico ma anzitutto mentale: è fatto di attesa, eccitazione e si nutre di fantasie. Ecco perché, per essere un amante doc, è così tanto parlare di sesso con il partner senza imbarazzo o pudore ma con sensibilità e tatto: scegliere le parole giuste per descrivere fantasie e attitudine permette di costruire non solo il linguaggio fisico ma anche quello verbale. 
 

Come farlo impazzire? Con la fiducia in voi stesse

Avere fiducia in se stessi e sentirsi sexy è molto più importante che avere un corpo perfetto”, soprattutto alla luce del fatto che ciascuno ha la propria personale interpretazione di perfezione: alcuni uomini trovano attraente il lato B di Kim Kardashian altri lo trovano repellente e lo stesso vale per i maschi palestrati. Perciò bando alle paranoie, piacetevi e piacerete. Anzi, sarete gli amanti migliori che il partner abbia mai avuto.
Il documento intitolato « L’amante (perfetto): le 7 regole a letto secondo Tracey Cox » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.