0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Pensieri d’amore: le buone maniere contano, soprattutto in coppia

Vademecum per far funzionare la vita di coppia: dalle (quotidiane) buone maniere ai comportamenti da adottare nella buona e nella cattiva sorte. 
Uno dei pensieri d'amore che tiene unita una coppia è il bacio del buongiorno e della buonanotte. © nyul/123RF

Pensieri, frasi, opere e omissioni. D'amore s'intende. Nessuno come Gyles Brandreth, autore inglese che si è cimentato con un libro sul matrimonio tra la regina Elisabetta II e il marito avrebbe potuto condensare meglio il fatto che “le buone maniere contano. E contano soprattutto a casa”, come ha spiegato al Daily Mail elencando le sue regole d'oro per far funzionare un matrimonio. Tanto più che Brandreth è sposato da 43 anni con la stessa donna: "Ho imparato che per una vita felice c'è bisogno di una moglie felice. In un matrimonio moderno e che rispetti le buone maniere, i partner sono dei veri compagni, si dividono le responsabilità domestiche e i compiti, rispettano i loro turni per cucinare, pulire, buttare la spazzatura. Non c'è nulla di male nell'attaccare una lista delle cose da fare, di chi deve farle e quando sullo sportello del frigorifero". 

 

Vita di coppia: regole d'oro

  • Al partner si chiede “scusa” e “per favore” e si dice “grazie” tutte le volte che è necessario. 
  • Si fa ciò che si vorrebbe venisse fatto, anche solo per dare il buon esempio
  • È importante lavarsi (la Cassazione ha di recente dato ragione a una moglie che si rifiutava di fare l’amore con il marito puzzolente).
  • È buona abitudine tenere in ordine il bagno.
  • È preferibile non rubare le lenzuola di notte, non russare e cercare soluzioni se succede.
  • È buona abitudine non dimenticare gli anniversari ed evitare provocazioni. 
  • È fondamentale fare pace prima di andare a dormire: ci si dà un bacio, ci si augura la “buonanotte” e il “buongiorno” il mattino seguente.
 

Amore per sempre (o quasi)

Tanto quanto contano le buone maniere, è importante anche l’onestà intellettuale ed emotiva. Per la serie: nessuno è perfetto e il partner non farà la vostra felicità. Parafrasato dagli esperti: “Un matrimonio sano e solido si basa sull’accettarsi a vicenda e questo implica accettare anche i difetti dell’altro” spiega Winfred M. Reilly, psicologo di coppia e familiare. A proposito di quella emotiva, invece, è bene sapere fin da subito che “in genere, il matrimonio non rende felice nessuno - dice senza giri di parole Amy Begel, terapista di coppia e familiare -. All’inizio c’è una sorta di felicità diffusa che si mantiene più o meno inalterata negli anni. Tuttavia, è importante che ciascun partner raggiunga la propria felicità e soddisfazione personale per garantire flessibilità e libertà al rapporto di coppia. Se esistono delle tensioni, è meno probabile che un matrimonio duri nel tempo”.
 

Nella buona e nella cattiva sorte

Pari merito con l’onestà stanno empatia, gentilezza e rispetto, nella buona e nella cattiva sorte: “Coloro che sono in grado di riconoscere come il partner manifesta il bisogno di connettersi a livello emozionale sono coloro che vivono un rapporto migliore” ripete da anni Micheal McNulty, educatore al The Gottman Institute e fondatore di The Chicago Relationship Center. “Questo meccanismo corrobora un senso di intimità profonda e una forte sintonia emozionale che dura nel tempo. Allo stesso modo, fortifica la fiducia, un fattore essenziale per una relazione forte”. Così come “se riuscite a dimostrare rispetto nei confronti del vostro partner in qualunque circostanza, allora la vostra relazione può sopportare qualsiasi cosa” assicura Samantha Rodman, psicologa clinica e analista di coppia.
 
Il resto è noto ma degno (lo stesso) di nota: “Le basi solide che sostengono un matrimonio non poggiano su un amore ardente ma piuttosto su un rapporto buono. Vi sentite al sicuro e a vostro agio all’interno della coppia?” invita a domandarsi, ogni giorno Harriet Lerner, psicologa e autrice di La danza della rabbia; evitate “relazioni controverse con suoceri e cognati, soprattutto se croniche” perché “aumentano lo stress della coppia, spesso più di quanto essa riesca a sopportare” raccomanda Amy Begel; ricordatevi che siete una squadra e “le coppie consolidate riescono a vivere in sintonia” come suggerisce Kurt Smith, consulente matrimoniale e direttore del Guy Stuff Counseling & Coaching e che nulla, mai va dato per scontato. Ecco perché, nonostante tutto e nonostante il tempo, è importante ripetersi “ti amo”. 
Il documento intitolato « Pensieri d’amore: le buone maniere contano, soprattutto in coppia » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.