0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Vetro temperato: soluzioni per case aeree

Il vetro temperato per mobili e complementi d'arredo è la soluzione per case dallo stile moderno e luminoso: perfetto in cucina, in salotto, in camera da letto e (soprattutto) in bagno vi conquisterà.

Le decorazioni OmniDecor trasformano il vetro temperato (anche) in un pizzo.


Le declinazioni del vetro temperato non hanno confini: dalla parete che divide gli ambienti alla porta passando per il rivestimento dei pensili in cucina, i mobili in salotto, gli armadi in camera da letto e gli specchi in bagno non c’è ambiente della casa che non sia in grado di vestire con risultati d’eccezione. 

Tanto per iniziare in virtù delle combinazioni che il vetro temperato offre: colorati, satinati, decorati, smaltati, verniciati, acidati e sabbiati. Insomma, trovare la soluzione perfetta per la propria casa è solo questione di tempo: “Le esigenze progettuali richiedono talvolta superfici opache, ma che trasmettano la luce - spiegano per esempio da OmniDecor, marchio leader del settore -. Tra i diversi metodi per 'schermare' un vetro trasparente, i più noti sono la satinatura o acidatura, e la sabbiatura, e tra loro differiscono per la natura del processo”. Mentre la satinatura o acidatura è una lavorazione industriale, veloce e sicura che modifica la lastra ma non le proprietà meccaniche e il risultato è una superficie liscia e morbida al tatto, la sabbiatura si ottiene proiettando sul vetro da lavorare sabbie di diverse granulometrie, ad alta pressione, in modo da scavare la superficie, rendendola ruvida al tatto.

Vetro temperato in bagno: igienico e resistente.

La seconda carta vincente del vetro temperato sta nel fatto che, alla pari dell’arredamento in legno, non passa mai di moda: a garantire il passo con i tempi è il sapiente lavoro di artisti e designer che reinterpretano di volta in volta le trasparenze. Il risultato sono stanze luminose, aeree, che giocano con la luce, fanno il verso ai volumi e li triplicano. Spiegano ancora da OmniDecor:Con l’aiuto di speciali telai serigrafici abbiamo messo a punto negli anni una tecnica per realizzare satinature parziali delle lastre in vetro. Le numerose decorazioni prendono vita attraverso le forme più diverse, che emergono dall’alternanza di aree satinate e lucide, regalando tridimensionalità a una superficie altrimenti piatta”. Tradotto: le superfici si animano di forme geometriche, floreali o semplici fasce alternate lucide e satinate.

Tra tutti gli ambienti, la cucina è sicuramente il più affamato di vetro temperato: i materiali devono essere resistenti, durevoli e igienici. Qualità che il vetro temperato, in tutte le sue forme, assicura da sempre. Declinabile quindi per ante e pensili, è perfetto anche come rivestimento del piano di lavoro o del tavolo. 

Stesso discorso per il bagno dove dal box doccia ai complementi, dal rivestimento pareti allo specchio, il vetro temperato può fare la differenza e, non da ultimo, all’esterno, dove il vetro satinato assicura la resa nel tempo, all’usura e agli agenti atmosferici.

Copyright foto: OmniDecor