0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Colazione da Tiffany: la casa di Holly venduta per 7 milioni e 400 mila dollari

Holly Golightly (all’anagrafe Audrey Hepburn) trascorreva proprio qui le sue serate romantiche e malinconiche bevendo whisky e cantando “Moon River”. La casa nell’Upper East Side che fu il set di Colazione da Tiffany era in vendita da tempo, la transazione conclusa per 7 milioni e 400 mila dollari.


Audrey Hepburn interpretò l'infelice Holly in "Colazione da Tiffany", il film (divenuto icona di stile) che si ispirava al romanzo di Truman Capote.


7 milioni e 400 mila euro, tanto vale – secondo il mercato immobiliare – la palazzina nella quale viveva l’indimenticabile Audrey Hepburn (alias Holly Golightly) in Colazione da Tiffany. L’indimenticabile protagonista del film ispirato al romanzo di Truman Capote non si affaccia più languidamente sul balcone a cantare Moon River ma, dice chi nella "casetta" c’è stato, il fascino resta immutato. 

Dietro il celebre portoncino verde al civico 169 sulla 71/ma strada nell’Upper East Side, si trova infatti un appartamento di gran lusso strutturato su quasi 3800 metri quadrati, con un grande salone, la cucina, quattro camere da letto e ben cinque bagni. Ma non basta ancora e chi ricorda solo il semplicissimo pied-à-terre dell’infelice Holly rimarrà stupito di sapere che proprio accanto alla sua finestra si trova anche un grande giardino privato e un’altrettanto imponente veranda. 

La magione tra Lexington Avenue e la Terza Avenue, in realtà, era in vendita già dal 2014, ma solo in questi giorni – finalmente - si è trovato un acquirente (che per ora resta ignoto) e che ha concluso l’acquisto attraverso la Costalea Holdings Limited, una società di Cipro. Effettivamente, quando entrò sul mercato immobiliare cinque anni fa, il prezzo richiesto per la magica casa (feticcio dei cinefili e degli amanti di Audrey Hepburn) era di addirittura 10 milioni di dollari ma la mancanza di interesse spinse l’ex proprietario (un broker caduto in disgrazia nel 2012) ad abbassare la cifra riuscendo quindi a concludere solo per quasi tre milioni in meno. Che comunque sono un sacco di soldi. 

A contribuire, evidentemente, è stata anche la leggenda di questa abitazione nella quale, però, furono girati solo gli esterni visto che per gli interni ci si affidò a ricostruzioni create ad hoc negli studios hollywoodiani. Sia come sia il fascino non si discute e il nuovo proprietario pare abbia tutte le intenzioni di goderselo appieno, forse ascoltando Moon River e bevendo un po’ del famoso whisky di Audrey-Holly. 

Copyright foto: Kika Press

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commenti

Commenta la risposta di utente anonimo