0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Risparmiare senza rinunciare: i consigli della wedding planner

I consigli di Barbara Pantano, wedding planner, per un matrimonio da favola senza spendere una fortuna che, assicura, "è una missione possibile". L'importante è affidarsi alla persona giusta, capace di contenere i costi senza rinunciare alla creatività.

Il primo dei consigli per un matrimonio low cost è affidarsi a una wedding planner capace di tenere sotto controllo il budget senza rinunciare alla creatività.


Un matrimonio da favola low cost non è un sogno impossibile. L'importante è affidarsi alla persona giusta, capace di contenere i costi senza rinunciare alla creatività. Come Barbara Pantano, 48 anni, wedding planner che ha fatto della sua passione la sua professione. È successo quando l'azienda in cui lavorava come contabile ha chiuso i battenti e lei si è ritrovata a casa, senza lavoro. "Invece di deprimermi ho colto la palla al balzo e ho deciso che avrei fatto, finalmente, quello che avrei sempre voluto fare" racconta con la sua voce squillante ed entusiasta. La sua passione, infatti, ha origini lontane "Ricorderò sempre un episodio della mia vita - spiega -. Avevo 10 anni quando aiutai mia zia con i preparativi del suo matrimonio. Ancora non ero una wedding planner professionista, anzi nemmeno sapevo esistesse tale mestiere. Quando si celebrò il sognato e tanto atteso giorno, mia zia mi disse una frase che non dimenticherò mai: Barbara, ascoltami: tu sei nata per questo. Sei nata per aiutare le spose ad organizzare il loro matrimonio. Tu riesci a capire i loro desideri meglio del futuro marito. E pure di… sua madre".

Detto fatto: la Barbara disoccupata prima si è iscritta a un corso riconosciuto dall'Unione Europea e ha preso il "diploma da wedding planner" poi ha ne frequentati altri 12 organizzati dai colleghi più esperti, con tanto di lezioni in aula; infine, ha fatto uno stage affiancando una wedding di lunga data. "Ho studiato un anno e mezzo prima di aprire Come nei sogni, la mia azienda, il mio sogno diventato realtà e quello di tutte le coppie che decidono di affidarsi a me". Da allora è stato un crescendo. Altro che la crisi che ha fatto chiudere la sua azienda: oggi Barbara lavora a tempo pieno passando da un ricevimento all'altro. "Ho unito la mia lunga esperienza con budget e numeri alla mia creatività e la ricetta ha funzionato". Anche perché in tempi di crisi risparmiare senza scarnificare è un mantra piuttosto popolare. Proprio a lei, quindi abbiamo chiesto quali sono i trucchi per spendere meno senza ridurre all'osso il grande giorno. Ecco che cosa ci ha svelato.

1. Ingaggiare una wedding planner

Potrebbe sembrare una spesa in più ma sappiate che non è così: una wedding planner professionista saprà farvi risparmiare soldi, tempo, benzina, nervosismo e stress. Volete un esempio? Non sarete voi a dover girare a vuoto da un fornitore all'altro alla ricerca di quello che rientra nel vostro budget e risponde alle vostre necessità. Il fai da te può essere molto pericoloso e, se non siete più che esperte, rischiate di spendere di più e di non raggiungere il risultato sperato:   

2. La data

Scegliete un giorno infrasettimanale oppure una data fuori stagione. Lasciando da parte l'effetto sorpresa che da un tocco più glamour alle vostre nozze, alcune location offrono sconti che a volte superano il 30%. Lo stesso discorso vale per la luna di miele. Pensateci.

3.    Fotografo

Scegliere un bravo fotografo, è fondamentale, non risparmiate sulla qualità. Piuttosto rinunciate all’album. Avrete tempo per farlo più avanti e senza la frenesia del momento: riuscirete anche a selezionare meno scatti scegliendo solo quelli davvero significative per voi.

4.    Fiori 

Utilizzate fiori di stagione, dureranno più a lungo e costeranno di meno. Ricordatevi di farvi preparare composizioni che possano essere spostate dal luogo della celebrazione del rito a quello del banchetto nuziale. Altrimenti vi costerà il doppio o, peggio, rimarrete senza fiori!

5.    Auto

Fate un sondaggio tra amici, pareti e colleghi: sicuramente troverete qualcuno che ha un’automobile adatta a diventare il mezzo di trasporto dei vostri sogni.

6.    Abiti e accessori

Per la sposa: approfittate dei saldi, cercate tra le collezioni degli anni precedenti e tra i siti che propongono abiti in affitto: ce ne sono alcuni che offrono le mise delle passerelle.
Non acquistate gli accessori per l’acconciatura in contemporanea all’abito: valutate prima con il vostro hair stilyst e solo dopo acquistate ciò che è veramente necessario.
Scarpe: optate per un paio che potrete riutilizzare in futuro, magari del colore base dei vostri allestimenti.
Per lo sposo: scegliete un abito di taglio classico, con l’aggiunta del gilet, una bella camicia con i gemelli e scarpe rigorosamente stringate. Il costo è minore del blasonato tight e sicuramente vi capiterà di riutilizzarlo in varie occasioni.

7.    Menù

Evitate di farvi preparare troppe portate; il rischio è  che non vengano nemmeno assaggiate. Meglio poche ma di qualità.

8.    Personalizzare

Personalizzare il vostro matrimonio è un modo per renderlo unico rispetto a tutti gli altri, lasciando i vostri ospiti a bocca aperta e per risparmiare. Un bicchiere per il brindisi personalizzato con il nome del vostro ospite al quale allegare il sacchettino con i confetti, sostituisce egregiamente il segnaposto e la bomboniera. Quanto al risparmio provate per credere. 

9. Invitati

Riducete il numero degli invitati: circondatevi delle persone che davvero contano per voi, la festa verrà meglio, l'ambiente sarà più rilassato e tutti di divertiranno.

10. Musica

Per la cerimonia: se vi sposate in Chiesa, il coro parrocchiale è un’ottima alternativa a basso costo e di grande impatto scenografico. Altrimenti anche gli allievi delle scuole di musica sono risorse ottime e molto originali. Per la cerimonia, un dj costa meno di un cantante, un cantante meno di un gruppo e via dicendo.


Copyright foto: Istock

Il documento intitolato « Risparmiare senza rinunciare: i consigli della wedding planner » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.