0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Da Jacko a Madonna, l'asta del rock a Beverly Hills

Il 7 e l'8 novembre verranno battuti all'asta alla Julien's Auctions di Beverly Hills oltre 200 memorabilia di Madonna: il ricavato andrà in parte in beneficenza. 

Madonna alla 56esima edizione dei Grammy Awards, lo scorso 26 gennaio 2014.


Chissà chi si aggiudicherà il completo (inclusi scarpe, velo e un curioso cappello nero) indossato da Madonna il giorno delle nozze con Sean Penn, celebrato a Malibù il 16 agosto 1985. O chi si porterà a casa il guardaroba di Evita, il film che interpretò nel 1996 con Antonio Banderas; chi la divisa da baseball indossata per interpretare il personaggio di Mae Mordabito nella pellicola Ragazze vincenti (1992) e chi l'arcinoto vestito di satin rosa bubble gum, con guanti abbinati e stola di visone e pure i gioielli, sfoggiati nel video di Material Girl del 1986. È un bottino ricco quello che verrà battuto all'asta il prossimo 7 e 8 novembre alla Julien's Auction di Beverly Hills: tra abiti, gioielli, ma anche documenti e premi, assegni e annuari per un totale di duecento cimeli legati alla vita personale e professionale della signora Ciccone. Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche al punto che il direttore, Martin Nolan, ha dichiarato che si tratterà della più ampia collezione di oggetti di Madonna mai andata all'asta. 

L'intero lotto è valutato cinquecentomila dollari. Gli oggetti più economici partono da qualche centinaia di dollari, vedi alcuni assegni autografi, l'annuario scolastico del 1972, quando Madonna aveva 14 anni e frequentava la West Junior High School di Rochester Hills stimato tra gli ottocento e i milleduecento dollari, e le carte del divorzio dall'attore Sean Penn (avvenuto nel 1988), tra i mille e i duemila dollari. Fanno parte dei cimeli messi all'asta anche alcuni premi, come un American Music Award, valutato tra i quattromila e i seimila dollari e un MTV Award. 

La collezione è parte dell'asta Icons & Idols: Rock'n'roll, che comprende più di settecento lotti di proprietà di una quarantina di artisti. Non a caso verranno battute anche alcune giacche di Michael Jackson, un paio di guanti di Lady Gaga, il testo scritto a mano di Manic Monday di Prince, diversi abiti di Whitney Houston, chitarre di Elvis Presley e quella di Randy Piper dei W.A.S.P. Dalla vendita si attendono ricavi tra gli 1,2 e 1,8 milioni di dollari, parte dei quali verranno dati in beneficenza. 

D'altra parte la vocazione della signora Ciccone a tagliare con il passato sembra sempre più spiccata (oltre che necessaria): dopo il tweet di solidarietà rivolto a Suor Cristina ("Sorelle per la vita") in occasione del lancio del primo album in cui la monaca di The Voice ha reinterpretato Like A Virgin, le è toccato difendersi dalle rivelazioni del libro appena pubblicato di Christopher Andersen dal titolo The good son: Jfk Jr. and the mother he loved dove si evince come i due, l'icona del pop Madonna e John John, il rampollo dei Kennedy, intrecciarono una relazione nel 1985, mentre lui era ufficialmente impegnato con Christina Haag. Love story che Jackie (Kennedy) disapprovò perché le ricordava l'affair tra Jfk e Marilyn Monroe. 

Copyright foto: Kika Press