Tallonite: cause, sintomi e cura

Fai una domanda
La tallonite riguarda il dolore al tallone ed è molto comune tra gli sportivi, che nella loro attività sollecitano molto il piede, come running, calcio, basket, tennis e rugby.


Dolore al tallone

La malattia si presenta di solito con delle alterazioni che sono in grado, nel tempo, di modificare la funzionalità di piede e tendini. La patologia può essere uni o bilaterale, in tal caso porta ad una più ampia invalidità e a dolore.

Cause

Accanto all’attività sportiva, le cause della tallonite possono essere diverse, come una postura errata, una biomeccanica alterata, una frattura da sovraccarico funzionale, una borsite, ma anche una fascite plantare e patologie di interesse reumatologico. Starà allo specialista valutare, caso per caso.

Sintomi

I sintomi della tallonite ovviamente variano molto a seconda della causa scatenante, ma di solito sono accumunati da forte dolore nell’area del calcagno e da limitazione funzionale; gonfiore, in caso di infiammazione grave, e affaticamento del retro del piede.

Come curare la tallonite

A seconda delle cause, di solito si procede con una diversa terapia. Ma in alcuni casi si ha una evoluzione spontanea e una guarigione dopo un paio di settimane di riposo. Altrimenti, sarà necessario valutare con lo specialista, che potrebbe prescrivere stretching, infiltrazioni, fisioterapia, terapie fisiche strumentali (ad esempio onde d’urto e/o tecar terapia) o farmacologiche generali e/o locali. Utile anche l’utilizzo di ortesi o plantari. Molto più raramente si ricorre all’intervento chirurgico, nei casi più seri.

Testo revisionato dal dottor Umberto Alfieri Montrasio, Responsabile Unità specialistica piede e caviglia (USPEC) dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, Gruppo ospedaliero San Donato
Foto: © staras - 123RF