Anesderm®: indicazioni, posologia ed effetti secondari

Fai una domanda
Anesderm® è una crema utilizzata con fini anestetici. Essa è spesso applicata sulla pelle prima di una puntura venosa o un atto chirurgico. L’azione di questo anestetico locale è correlato alla presenza di due principi attivi: la lidocaina e la prilocaina.



Indicazioni

Anesderm® è un trattamento anestetico locale da somministrare per via cutanea. Esso viene indicato prima di un’iniezione venosa o sottocutanea o prima di un trattamento laser. Essa viene applicata sulle ulcere alle gambe che devono essere ripulite, sulla mucosa genitale prima della biopsia (prelievo del tessuto), un’escissione o un’infiltrazione locale. Negli adulti e negli adolescenti (sopra dei 12 anni), la posologia raccomandata varia dai 2 ai 3 g per le piccole superfici; mentre da 1 a 1.5 grammi per 10 cm² se la superficie da trattare è importante. Al di sotto dei 12 anni di età, il dosaggio deve essere adatto all’età del bambino. L’effetto anestetico dura circa 4 ore ed inizia a diminuire progressivamente.

Controindicazioni

Anesderm® è controindicato in caso di porfiria, una malattia ereditaria causata da un disturbo del metabolismo che provoca un accumulo di porporine nell’organismo. Questa crema non deve essere somministrata in caso di metemoglobinemia congenita o allergia ad uno dei suoi principi attivi (lidocaina, prilocaina).

Effetti secondari

L’applicazione di questa crema può provocare qualche reazione cutanea benigna e passeggera a livello della zona da trattare, notoriamente dei rossori (eritemi). Raramente, Anesderm® provoca prurito, una sensazione di bruciore o lesioni cutanee.

Avvertenze e precauzioni

La crema si applica direttamente sulla pelle o sulle mucose genitali. La zona da trattare deve essere in seguito ricoperta da un cerotto ermetico, eccesso se il trattamento riguarda le mucose genitali. Il tempo d’applicazione consigliato varia in funzione alla zona infetta e dell’intervento da realizzare: 30 minuti per il trattamento dell’ulcera alle gambe, da 60 a 90 minuti prima del trattamento dei condilomi con elettrocoagulazione.