Acutezza visiva – Definizione

Fai una domanda

Definizione

L’acutezza visiva è la capacità di discernimento delle informazioni apportate al cervello dalla vista che ne determinano la sua qualità. La misurazione del visus è effettuata con la messa in pratica di semplici test visivi (quali la lettura di lettere e simboli posti su sfondo bianco), fatta da un medico generico o di test mirati a valutare con più precisione la distanza minima visualizzata tra due punti distinti. L’acutezza visiva può essere diversa per ogni occhio, mentre si parla di acutezza visiva nella norma, o normale, quando la percezione è di 10 decimi su 10e. In caso di disturbi della vista sarà possibile sottoporsi ad esami specifici rivolgendosi ad un oftalmologo, un oculista.