0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Adriana Volpe querela Magalli: "Lo faccio in nome di tutte le donne"

Dopo il battibecco scoppiato in diretta a I Fatti Vostri e proseguito sui social, Adriana Volpe conferma di voler querelare il collega Magalli: "risponderà delle sue parole vili".

I colleghi di Rai 2 Giancarlo Magalli e Adriana Volpe non si sono mai amati.


I fatti loro de I fatti Vostri finiscono in tribunale: Adriana Volpe querelerà il collega Giancarlo Magalli per le dichiarazioni postate su Facebook dopo un acceso battibecco in diretta, andato in onda la settimana scorsa. Si parlava di età pensionabile, facendo una battuta la Volpe ha rivelato l’età del collega e il precario equilibrio tra i due - “Con Adriana Volpe non ci siamo mai amati: questa è la verità ed è inutile negarla perché si vede”, confessò lui a TvBlog - è andato a gambe all’aria di prima mattina. La lite è degenerata sui social e le pubbliche scuse, la stretta di mano e il bacio regalato alle telecamere non sono bastati a fermare Adriana che, ad Oggi ha dichiarato: “Vado avanti decisa”.

E lo fa, ha spiegato, non solo per se stessa: “Mi sento in dovere di andare avanti in nome di tutte le donne che vengono offese sul posto di lavoro e non possono far sentire la loro voce”. Il perché è sotto gli occhi tutti: “Magalli ha scritto su Facebook che le donne si sentirebbero offese se sapessero come ho fatto carriera”. Cioè? “Ha fatto capire che io lavorerei in Rai da vent’anni grazie ad alcune raccomandazioni particolari, insultando non solo me ma anche la stessa azienda che dunque selezionerebbe le sue conduttrici sulla base di segnalazioni totalmente estranee al merito”. Insomma, “Sono parole vili che offendono me, e mio marito. Ora Magalli affronterà le conseguenze”. 

Nel frattempo, mentre tutti si faranno i fatti loro sbirciando la convivenza forzata in studio, loro continueranno a farsi I fatti Vostri davanti alle telecamere.


Copyright foto: Kika Press

Aggiungi commento

Commenti

Commenta la risposta di utente anonimo