Allucinazioni: cause, sintomi e cura

Fai una domanda
Esistono diversi tipi di allucinazioni: visive e uditive, olfattive o ancora cenestesiche, che possono derivare da disturbi mentali. Le allucinazioni possono essere causate da diverse malattie o abusi. Ecco alcune informazioni inerenti ai diversi tipi di allucinazioni e cure consigliate.



Definizione

Un’allucinazione è la percezione erronea di uno stimolo che non esiste. L’individuo percepisce un’informazione che non è reale e che può essere correlata ad ognuno dei 5 sensi: visiva, uditiva, raramente gustativa, tattile o olfattiva, o associata a più sensi. Si parla di allucinazioni cenestesiche quando una persona, generalmente una donna, percepisce come delle carezze o delle molestie, frequenti in situazioni di psicosi paranoica. Le allucinazioni possono essere date dal consumo di sostanze tossiche o farmaci, da una malattia psichiatrica come in alcune psicosi o malattie neurologiche.

Cause e fattori di rischio

Le allucinazioni sono prodotte in linea generale da manifestazioni inerenti a disturbi mentali: psicosi allucinatoria, depressione, shock emozionale, schizofrenia. La persona che ne soffre può essere cosciente o meno del fatto che stia avendo un’allucinazione. In alcune patologie croniche o infettive, l’abuso di alcool o droghe, i disturbi del sonno sono tutti facenti parte di fattori di rischio di allucinazioni.

Sintomi

Le allucinazioni possono colpire uno più sensi, a seconda del senso colpito esse possono avere durata e complessità diverse.

Allucinazioni uditive

Si definiscono come allucinazioni uditive la percezione di rumori o suoni che non esistono. Esse si distinguono da quelle di ascoltare voci (allucinazioni acustico-verbali). Tra il 5% e il 25% della popolazione viene interessata da questo tipo di allucinazioni, oltre più della metà delle persone che soffrono di un deficit uditivo e per coloro colpiti da schizofrenia. Queste allucinazioni possono avere origine biologiche (disturbi celebrali) o psicanalitici (correlati ad un’opposizione contrastante un’autorità). Esse implicano situazioni in cui vengono percepite un suono, una voce o una musica, sia semplici che complesse.
Le allucinazioni uditive possono essere correlate ad un disturbo mentale acuto o cronico, all’assunzione di alcune sostanze o a situazioni di stress intenso. In caso di problemi mentali, l’ambiente circostante può rendersene conto tramite l’osservazione del soggetto che ascolta o conversa senza avere un interlocutore presente.

Allucinazioni visive

Possono trattarsi di apparizioni semplici (chiazze di colore o forme) o complesse (persone o personaggi). Queste allucinazioni possono essere correlate alla tossicomania del soggetto o a problemi inerenti all’alcolismo. Esse possono essere causate da una malattia neurodegenerativa, come l’Alzheimer, il Parkison o ancora uno stato di paralisi del sonno.

Allucinazioni olfattive e del gusto

Esse possono essere associate a odori o gusti più o meno piacevoli. Esse si presentano meno precise delle allucinazioni visuali o uditive, e possono essere causate da una lesione causata al sistema olfattivo o gustativo (infezione virale, tumore celebrale, esposizione ad alcune droghe, cefalee).

Allucinazioni tattili

Esse causano delle sensazioni di caldo e freddo, impressioni di bruciore, pizzicore o prurito. Esse possono portare il paziente, ad esempio, a grattarsi a sangue il braccio.

Allucinazioni psichiche e cinestetiche

Le allucinazioni psichiche sono vissute dal paziente come un’intrusione nella propria coscienza. Le allucinazioni cinestesiche o corporali colpiscono la sensibilità interiore, e il paziente ha ad esempio l’impressione che una parte del suo corpo si trasformi.

Diagnosi

Le allucinazioni possono essere scatenate da disturbi mentali quali psicosi allucinatoria, schizofrenia, bouffée délirante (disturbo psicotico breve TPB). Esse possono derivare anche da alcune patologie neurologiche (come encefalite o epilessia), intossicazione, alcune malattie croniche come insufficienza renale, epatica, o malattie infettive (malaria, sifilide) o malattie neurodegenerative.

Cura

La terapia applicata dipende dalla causa e dall’origine dell’allucinazione. In caso di disturbi mentali la terapia riposa in anti-psicotici (neuro epilettici), eventualmente associati ad ansiolitici e a terapie psicologiche. Una cura di disintossicazione o un monitoraggio medico è indispensabile in caso di allucinazioni correlate al consumo di droghe o alcool. Se le allucinazioni sono provocate da farmaci, è bene modificare il trattamento.

Foto: © Redesiuk - Fotolia