Sari indiano: come si indossa?

Fai una domanda

Il sari indiano è uno dei vestiti tradizionali dell'India che si presta a modaiole reinterpretazioni. Ecco come si indossa.

Il sari indiano è un pezzo di stoffa lungo circa cinque metri che s'indossa con un sottogonna e una camicetta leggera. © Alena Stalmashonak/123rf


Il sari è l'abito indiano femminile più caratteristico (e tradizionale) ma, data la sua natura elegantissima e molto particolare, si presta anche a reinterpretazioni modaiole più occidentali nate sulla scia della diffusione dei vestiti indiani ispirati al Bollywood Style. Come indossare un sari, però? Ecco qualche consiglio utile.
 

Vestiti tradizionali indiani: com'è fatto il sari?

Tradizionalmente ricco di ricami preziosi, realizzati in argento e in oro, il sari è un caposaldo della moda indiana e conobbe una buona diffusione in Occidente fin dai tempi degli Antichi Romani che apprezzavano soprattutto la variante di questo capo realizzata in mussolina. In realtà il sari altro non è se non un semplice pezzo di stoffa lungo poco più di 5 metri e di altezza variabile da un metro a un metro e mezzo. Il suo vantaggio è l'estrema ecletticità che lo rende confortevole e adatto a tutti i movimenti, anche a quelli che richiedono uno sforzo fisico, nonché perfetto per difendere il corpo dall'umidità e dai raggi del sole.
 

Sari rosa? Non solo!

Quello che cambia a seconda degli usi per i quali il sari sarà impiegato, è il tessuto nel quale è realizzato: in cotone, infatti, sarà adatto alle occasioni più quotidiane mentre la variante in seta sarà perfetta per gli eventi più ricercati. Quale che sia la texture, però, questo capo si caratterizza sempre grazie agli accostamenti cromatici e si declina su fantasie coloratissime. Un altro vantaggio? Si tratta di un abito facilissimo da lavare e stirare!
 

Come indossare un sari

Alla luce di tutti questi indiscutibili vantaggi del sari indiano resta, però, il dubbio su come indossare correttamente questo pezzo di stoffa colorato. Il segreto dell'architettura di questo vestito è che da solo non basta e, per essere sfoggiato, deve accostarsi a una sottogonna e al choli (una camicia leggera che copre il seno ma lascia scoperta la vita). Per sfoggiarlo, dunque, si dovranno indossare questi due accessori poi si dovrà prendere il sari vero e proprio e fermare la parte superiore della stoffa nella cintura della sottogonna facendo poi passare il resto del tessuto sulle gambe, sulla schiena e drappeggiando poi il rimanente dalla vita al seno prima da destra e poi da sinistra.

Potrebbe anche interessarti