0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

I Medici-Maddalena: Sarah Felberbaum alla corte di Cosimo

Interpretata da Sarah Felberbaum, Maddalena, la schiava regalata a Cosimo de' Medici durante l'esilio veneziano, approda a Firenze e si ritrova a vivere al fianco di Contessina. 

Maddalena, interpretata da Sarah Felberbaum è la schiava circassa che diventerà l'amante di Cosimo de' Medici. Gli darà anche un figlio, Carlo. © Rai.it


Maddalena ha i capelli rossi, come li aveva Bianca e come Bianca è una popolana che ama l’arte. “Mi ricordi qualcuno”, le dice Cosimo de' Medici il mattino dopo averla trovata nel suo letto veneziano, nuda. A interpretare il ruolo della schiava circassa che, secondo la storia (avara di dettagli), fu l’unica amante del banchiere fiorentino è Sarah Felberbaum che nella fiction sulla famiglia de' Medici racconta un aspetto della vita privata difficile da comprendere oggi.  

Perché "Maddalena è una cortigiana che viene data in regalo a Cosimo de' Medici durante il suo esilio a Venezia - spiega l’attrice londinese di nascita ma italiana d’adozione -. Tra i due nasce prima un rapporto carnale che man mano diventa più profondo". Maddalena vede le tavole di Cosimo, il progetto della cupola del Duomo a Firenze e una biblioteca a Venezia, scopre la prospettiva, prende foglio, carboncino e inizia a disegnare. Per questo, "grazie ed insieme a lei Cosimo si immerge nel mondo dell’arte, la sua passione che ha dovuto abbandonare". L’illusione di poter far rivivere il passato e la volontà di salvarla da morte certa (il Doge l’aveva mandata da Cosimo per estorcere dettagli) lo convince a portarla "nel suo mondo a Firenze dove Maddalena vivrà con tutta la famiglia di Cosimo ed anche la moglie, Contessina de Bardi". Per quanto possa sembrare strano, "all’epoca era normale che l’amante vivesse con la moglie e i figli". 

Contessina non la prende molto bene ma si tiene il suo dolore per sé da donna consapevole del proprio ruolo qual è. Affronta Cosimo e capisce ben presto che quello del marito è più che altro un capriccio, che la donna su cui conta è lei, la moglie, non la cortigiana. Un mantra che tutti, a casa de' Medici, si affrettano a ripetere a Maddalena: "Cosimo si stancherà presto di te": glielo dicono in faccia Emilia, la schiava di Contessina e pure Marco Bello, il fedele amico del banchiere. Lei lo accetta ma non si piega all’autocommiserazione. 

"Sia Contessina, la moglie di Cosimo, che Maddalena hanno un grande orgoglio - sottolinea la Felberbaum -. Non raccontiamo due donne arrabbiate ma due donne che sono molto consapevoli della loro situazione e si adeguano. Non c’è uno scontro, Contessina sa che funziona così. Maddalena viene abbandonata nonostante lei rimanga incinta e Contessina dimostra di essere una grande donna perché la tiene in casa e fa crescere con gli altri Carlo, il figlio illegittimo di Cosimo".

È lei che assicura al figlio illegittimo un’ottima educazione ed è grazie a lei se Carlo può avere accesso alla carriera ecclesiastica presso il Duomo di Prato. Un riscatto sociale che però non va di pari passo con il destino della madre, Maddalena: "all’inizio la vediamo curata, con gioielli, vestita di rosso - spiega Sarah -, pian piano la vedremo con meno gioielli e alla fine vestita di nero. Tutto ciò racconta il percorso di questo personaggio che piano piano viene dimenticato da Cosimo e da amante diventa serva". Nella casa del banchiere, dove tutto si compra, l’amore non è in vendita. Al massimo in affitto, per un po’.