Suicide Squad: Cara Delevingne e Margot Robbie protagoniste dell’estate

Cara Delevingne e Margot Robbie sono le protagoniste di "Suicide Squad", il film sugli eroi cattivi che, nonostante tutto, mette al centro l'amore.  

Cara Delevingne e Margot Robbie sono i volti femminili di "Suicide Squad".


Suicide Squad arriverà al cinema il 13 agosto, distribuito dalla Warner Bros, e per la prima volta vedremo sul grande schermo gli antagonisti dei supereroi, a cominciare da quelli di Batman. I membri della Suicide Squad sono infatti i cattivi, ma anche se vantano un curriculum criminale di tutto rispetto, sono in realtà più buoni di quello che sembra. A capitanare la squadra suicida c’è Deadshoot (Will Smith), ma le vere protagoniste sono Cara Delevingne e Margot Robbie.

Dopo l'addio alle passerelle, la ex top model inglese ormai dedita al cinema, ha un doppio ruolo nel film, quello dell’archeologa June Moone, e della temibile Incantatrice, che darà filo da torcere ai protagonisti.

Margot Robbie, l’australiana dai capelli biondo miele, divenuta celebre grazie alla sua interpretazione al fianco di Leonardo DiCaprio in Wolf of Wall Street, interpreta invece Harley Quinn. Personaggio centrale, e sicuramente il più riuscito del film nell’adattamento sul grande schermo, era l’ex psicologa di Arkham, il penitenziario dove era rinchiuso il Joker. Si innamora di lui (e come non potrebbe, d’altronde non solo il Joker è da sempre una figura affascinante, in questo caso poi è Jared Leto a dargli vita) e abbraccia la sua follia criminale, divenendo appunto la versione femminile di tale follia.

Pur essendo un film sui “cattivi” è l’amore l’elemento centrale della pellicola, quello che “move il sole e l'altre stelle” come scriveva Dante nell’ultimo verso de La Divina CommediaQui l’amore muove Harley Quinn a sacrificare la sua vita per seguire il suo “Puddin”, e conduce l’intera Squad a salvare June Moone, quando il Colonnello Rick Flag non può far altro che gettarsi in una missione suicida pur di riavere la sua amata archeologa al suo fianco.

Psichedelico, con una narrazione a tratti discontinua, Suicide Squad si differenzia da tutti gli altri film che hanno per protagonisti i supereroi non solo per i suoi protagonisti, ma anche per questo stile registico che molto spesso lo fa assomigliare ad un videoclip, ma che risulta decisamente convincente. 

Copyright foto: Kika Press

Il documento intitolato « Suicide Squad: Cara Delevingne e Margot Robbie protagoniste dell’estate » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.