0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Divise hostess Alitalia: il debutto tra le polemiche

Firmate dallo stilista Ettore Bilotta le nuove divise Alitalia vestono le hostess di rosso, il personale di terra di verde e gli steward di antracite. I sindacati: "Rischio incendio".

20 anni dopo l'ultimo restyle ecco le nuove divise delle hostess Alitalia.


Di rosso vestite le hostess in volo, di verde il personale di terra; grigio antracite con dettagli verde bosco per gli steward. Tutte rigorosamente ispirate al glamour in stile anni '50 e '60 e made in Italy. Firmate dallo stilista Ettore Bilotta le nuove divise Alitalia hanno debuttato a Fiumicino tra grande stupore e non poche (immancabili) polemiche

A 20 anni dall’ultimo restyle la compagnia è fiera del nuovo look che "incarna l'anima di Alitalia e - ha annunciato durante la presentazione, lo scorso 19 maggio l’amministratore delegato, Cramer Ball, - non è un caso che ciò avvenga durante il piano di rilancio e sviluppo della compagnia".

Divise verdi per il personale di terra Alitalia.


Nello specifico, il 96% dei tessuti sono in fine lana italiana, il restante è composto da elastane. E ancora: le hostess vestono un tailleur bordeaux che sfuma sul rosso grazie al design di stampa chevron e indossano collant verdi; colori invertiti ma stesso design per il personale di terra. La stampa chevron decora anche le camicette bianche e tutti i set di divise disponibili: oltre al tailleur, un completo spezzato giacca e gonna, pantaloni o abito

Design chevron bicolor anche per gli uomini che dal grigio antracite virano al verde bosco nel loro completo che prevede un gilet a doppio petto abbinato, per gli steward a cravatta con fantasia rossa mentre, per il personale di terra, una con fantasia verde in un gioco di rimandi con le colleghe donne.

A completare la nuova collezione accessori dallo stile classico e contemporaneo - cardigan, sciarpe, cinte, scarpe, guanti e borse - e i cappotti in crêpe di lana in tinta con le rispettive divise.

I sindacati, però, non sono esattamente unanimi nel condividere la gioia. Anzi, avvertono preoccupati: "non rispettano gli standard della Iata, l'associazione internazionale delle compagnie aeree - spiega un delegato sindacale - in quanto realizzate per il 70% in acrilico, quindi in caso di incendio altamente infiammabili. Inoltre, prive di fregi, sembrano solo un bel vestito e non sono nemmeno altamente riconoscibili dai passeggeri"

Immediata la replica di Alitalia: che dopo aver definito "gravi" le affermazioni “sul rischio di infiammabilità delle nuove divise” per altro "non suffragate da alcun elemento concreto e perciò totalmente prive di fondamento" ha precisato che non solo "hanno superato tutti i test sul rischio infiammabilità e rispettano nel modo più rigoroso gli  standard di sicurezza imposti dalle normative vigenti" ma anche che "la compagnia si riserva di procedere nelle sedi appropriate al fine di tutelare la propria immagine contro accuse palesemente infondate". Sia come sia, il tripudio di rosso, di verde e di antracite firmato Alitalia, dal 9 di giugno sfila, inconfondibile, nei Terminal di mezzo mondo.

Copyright foto: Kika Press