Ferie matrimoniali: come fare per le seconde nozze?

In caso di seconde nozze è possibile richiedere il congedo matrimoniale previsto per tutti i lavoratori dipendenti che contraggono nozze civili (o religiose).


Per richiedere le ferie matrimoniali in caso di seconde nozze, va fatta la richiesta formale con successiva presentazione dei documenti necessari, esattamente come in caso di prime nozze.


Spesso ci si preoccupa che in caso di seconde nozze non si possa richiedere al proprio datore di lavoro la licenza matrimoniale, perché già utilizzata in passato. Il fatto che la legge preveda una seconda (o terza ecc.) possibilità di contrarre matrimonio civile, in seguito ad un regolare divorzio, ammette anche la fruibilità del congedo matrimoniale in vista della celebrazione della nuova unione.

Come richiedere la licenza matrimoniale (per seconde nozze)

Documenti per richiedere congedo matrimoniale:

Certificato di matrimonio
Certificato del divorzio
Carta intestata

Come presentare la domanda per il congedo matrimoniale

Per richiedere le ferie matrimoniali per seconde nozze si deve seguire lo stesso procedimento attuato per le prime nozze. Quindi iniziate compilando un foglio intestato su cui fare richiesta formale al datore di lavoro. Allegate anche il certificato di divorzio della precendente unione. Specificate la data del matrimonio e quali sono i 15 giorni che saranno compresi nelle ferie pagate. Per essere valida, però, la richiesta deve essere accompagnata dal certificato di matrimonio avvenuto, da presentare entro 60 giorni dall'evento. 

Copyright foto: Fotolia
Il documento intitolato « Ferie matrimoniali: come fare per le seconde nozze? » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.