0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Dediche d’amore: parole in musica per dire “ti amo”

Da Lucio Battisti a Vasco Rossi passando per Mina e Ligabue, la lista degli artisti che hanno incastrato in strofe l'amore è lunga e piena di spunti: prendete nota.  

Vasco Rossi ha regalato alcune delle frasi d'amore in musica più celebri.


"Io non sapevo dirti che solo pensarti mi dà i brividi" direbbe lo Spaccacuori di Samuele Bersani, d’altra parte, "con te partirò, paesi che non ho mai veduto e vissuto con te, adesso sì li vivrò con te" gli farebbe eco Andrea Bocelli a cui non avrebbe nulla da obiettare Pino Daniele: "Che c'è di male, se chiudo gli occhi insieme a te, sto così bene". A zigzagare da una canzone italiana all’altra, si scovano strofe d’amore da dedicare alla dolce metà perfette per ogni occasione.

Frasi romantiche per i primi tempi       

"Sei il sogno che comincia nel momento in cui mi sveglio" cantano gli Articolo 31 in quell’Aria che racconta il cuore che scoppia d'amore, tanto che "quando sei qui con me questa stanza non ha più pareti" (succede a Gino Paoli) e (succede Ligabue) "Io ti sento al punto che disturbi, al punto che è già tardi, rimani quanto vuoi". 

Perché all’inizio della storia va così (come a Ligabue): "Io ti sento, lo stomaco si chiude, il resto se la ride appena arrivi tu". E così (come a Lucio Battisti): "Sono al buio, e penso a te. Chiudo gli occhi, e penso a te. Io non dormo, e penso a te". Va che si resta Senza parole, come Vasco: "Ho guardato dentro un’emozione, e c’ho visto dentro tanto amore, e ho capito perché non si comanda al cuore". Perciò "non mi resta che allacciare un paio d'ali alla mia testa e lasciare i dubbi tutti a una finestra" seguendo l’esempio dei Negramaro.   
  

Messaggi d’amore, ovvero come consolidare

"Che anno è che giorno è, questo è il tempo di vivere con te, le mie mani come vedi non tremano più e ho nell’anima, in fondo all’anima cieli immensi e immenso amore e poi ancora ancora amore amor per te": eccolo, l’amore dei Giardini Di Marzo di Lucio Battisti che, liberato dai lacci e lacciuoli, prende il volo. Come fa l’Amoreunicoamore di Mina: "Dove non tramonta il sole esisti tu. Dove tutto può accadere. Dove la via tra il bene e il male non si distingue più". 

A mano a mano che l’amore cresce, "il mio pensiero ti verrà a cercare, tutte le volte che ti sentirò distante, tutte le volte che ti vorrei parlare, per dirti ancora che sei solo tu la cosa che per me è importante": lo cantano i Negramaro, succede a tutti. E sarebbe bello che "Tu, tu che sei diverso almeno tu nell’universo, un punto sei che non ruota mai intorno a me un sole che splende per me soltanto come un diamante in mezzo al cuore", mi amassi (lo chiedeva Mia Martini lo ha sottoscritto Elisa in una cover e sono d'accordo in molte) perché io (e anche Loretta Goggi, quella Maledetta primavera) "Non so più fare come se non fosse amore, se per errore chiudo gli occhi e penso a te". Tanto che dopo una (sana) litigata "ritorno da te, senza niente da dire, senza tante parole, ma con in mano un raggio di sole per te", seguendo il buon esempio di Jovanotti perché "mi sa davvero che sei tu la volta che non sbaglio più" è convinto Eros Ramazzotti "e se domani e sottolineo "se" all'improvviso perdessi te, avrei perduto il mondo intero non solo te", gli suggerisce Mina, in caso. Prendete nota.

Copyright foto: Fotolia
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo