0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Emma Watson, Ethan Hawke e David Dencik: la Regression di Amenábar

La "Regression" di Alejandro Amenábar, nei cinema dal 3 dicembre, porta Emma Watson, Ethan Hawke e David Dencik in un viaggio nella memoria alla ricerca di un orribile crimine.

Emma Watson, Ethan Hawke e David Dencik sono i protagonisti di "Regression" firmata dal premio Oscar Alejandro Amenábar.


Regression è un viaggio nel tempo, nei ricordi di un uomo, anzitutto un padre, accusato di aver molestato sua figlia, una ragazzina, che sul grande schermo ha il volto di Emma Watson. Un percorso nei labirinti della memoria che affastella dettagli reali ad altri immaginari sfilacciando i confini e mutandone l’essenza come solo il regista di The Others poteva concepire. Al cinema dal 3 dicembre, la pellicola del regista premio Oscar Alejandro Amenábar vede protagonista anche un Ethan Hawke concentrato nei panni di un detective.

Siamo nel 1990, in un piccolo paese di provincia del Minnesota dove tutti sanno tutto (o quasi) di tutti. A scatenare la psicosi collettiva che di questi tempi affligge la società occidentale, è la versione di Angela (Emma Watson) che accusa suo padre, John Gray (David Dencik), di gravi abusi. Il padre non nega, semplicemente non ricorda. Ammette, si mette in discussione, accetta d’intraprendere un percorso con uno psicologo, Raines (David Thewlis), che lo sottopone ad ipnosi regressiva. A tenere le fila c’è il detective Bruce Kenner (Ethan Hawke) che annota sul suo taccuino tutti i mattoncini di questa storia vissuta a ritroso e a più voci, che, alla fine, rivelerà un orribile mistero.  

Perché il dramma di un uomo si mescola e si annoda a quelli della società di cui fa parte: nello specifico, Amenábar aggancia alla storia a quell'ondata di accuse, superstizioni e paure a carattere satanista che oscurò una bella fetta di Stati Uniti tra gli anni Ottanta e Novanta. Una psicosi che si propaga un giorno dopo l’altro, un tg dopo l’altro, come un virus, secondo quel meccanismo che il Vecchio Continente di questi anni, stretto nella morsa della guerra al terrore, forse sperimenta per la prima volta in maniera così evidente e dichiarata. Solo la strategia, nella realtà come nel film, riuscirà a ritrovare il bandolo della matassa.

Copyright foto: Sipa
Il documento intitolato « Emma Watson, Ethan Hawke e David Dencik: la Regression di Amenábar » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.