0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Oligospermia – Definizione


Definizione

L’oligospermia designa un’alterazione, bassa concentrazione e cattiva qualità, dei parametri seminali dello sperma maschile, capaci di causare problemi di fecondità. Essa viene definita con un valore numerico inferiore a 20 milioni di spermatozoi per millilitro di sperma e si distingue dall’azoospermia (l’assenza completa di spermatozoi nell’eiaculazione) e dall’astenospermia, che definisce la poca mobilità degli spermatozoi.

Diagnosi

Il problema viene diagnosticato nel corso dell’esame chiamato spermiogramma, realizzato generalmente in un quadro d’infertilità di coppia.

Cause

Le cause dell’oligospermia sono diverse e da ricondurre a problemi genetici, insufficienza ormonale, anomalia della posizione di uno o entrambi i testicoli, come il caso del criptorchidismo, a causa di un’infezione genitale, problemi causati dall’assunzione di farmaci.

Cura

Nel caso l’oligospermia sia dovuta ad un caso di varicocele si interviene con un intervento chirurgico mirato a liverare la vena occlusa; in altri casi, il tutto si basa sulla ricerca della causa principale che creare il disturbo. Per i problemi di infertilità di coppia è bene consultare uno specialista per poter valutare le eventuali tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA).
Il documento intitolato « Oligospermia – Definizione » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.