0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Colpo di caldo: ecco cosa fare

In piena ondata di calore, e contro i colpi di caldo, ecco le strategie per salvaguardare la propria salute con la prevenzione. In casa, in vacanza o al lavoro.

Quando le temperature si alzano troppo è importante salvaguardare la propria salute.


In questi giorni, il caldo sta colpendo in maniera molto forte. Il disagio non è solo per chi boccheggia per casa o per strada, senza riuscire a sfruttare al pieno le giornate di vacanza o di lavoro. Quando le temperature si alzano troppo, il rischio è quello di problemi per la salute.

Questo perché il sistema di regolazione della temperatura del nostro corpo, oltre una certa calura, non riesce a disperdere il calore eccessivo, quindi si creano disturbi lievi come crampi, svenimenti, gonfiori. La situazione, poi, può andare peggiornando, fino a dare origine a veri e propri seri problemi, come il colpo di calore, che può arrivare a danneggiare gli organi vitali. Senza doversi preoccupare di questo estremo, bastano semplici abitudini e precauzioni per evitare problemi della salute.

Come prevenire

Evitare le ore più calde della giornata. Lo si dice spesso, ma soprattutto durante le vacanze o nei momenti liberi, non lo si rispetta. Dalle 11 alle 18 bisognerebbe evitare di uscire, o comunque stare lontani da aree trafficate e inquinate, perché il calore eccessivo peggiora le concentrazioni di gas inquinante e pollini.
Indossare abiti leggeri e comodi. Non aderenti, di cotone o lino: gli abiti sono di grande aiuto per contrastare il sole e il calore.
Chiudere le finestre. Sembra un controsenso, ma per tenere fresca la casa (o quantomeno, meno calda) bisogna aprire le finestre al mattino presto e la sera tardi, oltre che di notte, ma tenere chiuse le finestre di giorno. Il caldo resterà fuori dall'uscio.
Bere acqua e mangiare frutta e verdura. Oltre ai classici due litri di acqua e frutta fresca, il consiglio è di non bere alcolici, limitando le bevande a base di caffeina. La frutta di stagione (agrumi, fragole, meloni) sono di grande aiuto, perché depurano e contendono sostanze antiossidanti.
Preferire pasti leggeri. Tanta verdura e frutta fresca, rispetto ad alimenti deperibili come latticini, carni, dolci con creme: questo sia perché gli alimenti ricchi di acqua aiutano l'idratazione, sia perché le alte temperature favoriscono la contaminazione degli alimenti, che possono andare a male più facilmente.
Usare l’acqua. Docce tiepide, acqua fredda su viso e polsi, aiutano di sicuro a rinfrescarsi. Ma attenzione a non esagerare, soprattutto con docce gelate dopo una giornata molto calda, per evitare congestioni.
Andare in un ambiente fresco. Sembra uno scherzo, ma se il caldo è forte e a casa non si hanno condizionatori, un centro commerciale, un cinema o la biblioteca di quartiere possono essere un'ottima soluzione per rinfrescarsi e passare qualche ora ad una temperatura più bassa.
Crema e medicine. All'esterno, ricordarsi sempre di mettere una protezione solare, almeno SPF 15. E se si è sotto terapia medica, controllare che questa non peggiori idratazione o temperatura corporea e, in caso, consultare il medico.
Sport acclimatato. Evitare le attività sportive nelle ore più calde, e anche in quelle meno calde, finché non ci si sente acclimatati alle alte temperature. Possono servire alcune settimane al fisico per abituarsi alle alte temperature durante il nostro abituale allenamento: evitare di strafare, così da assicurare i buoni risultati degli esercizi.

I sintomi

Quando il caldo inizia a infastidire, i sintomi sono rush cutaneo e crampi agli arti e addominali, oltre che astenia da calore. Più seri i sintomi del colpo di calore, che vanno da senso di mancamento a cefalea, con vertigini, convulsioni, disorientamento e confusione mentale, fino a tachicardia, cute secca non sudata e alta temperatura corporea.

Copyright foto: Fotolia
Il documento intitolato « Colpo di caldo: ecco cosa fare » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.