0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

A cosa serve fare sport?

Obesità, mal di schiena, depressione, Alzheimer... Lo sport fa bene alla salute! Scoprite i suoi benefici, spesso ignorati, e vi convincerete a infilare le scarpe da ginnastica!

Lo sport consente di prevenire alcune malattie, come l'obesità e la depressione.


Obesità e sindrome metabolica

Molto spesso, la sedentarierà è identificata con la mancanza di attività fisica. In realtà, si tratta di due concetti distinti. Chi è sedentario ma fa sport, infatti, può comunque incorrere in una sindrome metabolica. Lo sport non basta per evitare il sovrappeso e le complicanze mediche. Gli esperti raccomandano quindi di praticare un’attività fisica, ma anche di fare attenzione allo stile di vita, riducendo il tempo che si passa seduti davanti al pc, alla tv e ai videogiochi.

L’attività fisica può anche aiutare a mantenere un peso normale ed eventualmente a perdere qualche chilo di troppo. Inoltre lo sport, insieme ad un’alimentazione equilibrata, aumenta la massa magra e riduce il grasso addominale. Permette anche di conservare la linea dopo una dieta e di non riprendere i chili persi.
Lo stesso discorso vale per l’obesità infantile. È importante modificare le abitudini alimentari, ma è provato che l’attività fisica permette anche di migliorare i parametri sanguigni (insulinoresistenza, trigliceridi, colesterolo) dei pazienti.

Mal di schiena e disturbi muscolo-scheletrici

La lombalgia (mal di schiena) interessa tra il 70 e l’85% degli adulti nel corso della loro vita. Diverse ricerche hanno dimostrato che il riposo a letto è nocivo, anche in caso di lombalgia acuta. È indispensabile mantenersi in attività, per quanto possibile. In quest’ottica, l’attività fisica è consigliata sia per il trattamento delle lombalgie (acuta e cronica), sia per prevenirle. Ovviamente bisogna fare attenzione, per evitare ulteriori traumi alla schiena. Optate per gli sport che correggono con dolcezza, come lo yoga, il Pilates e il nuoto. È anche utile consultare un osteopata per fare il punto della situazione.

Praticare uno sport permette il rinforzo muscolare nei pazienti che soffrono di reumatismi infiammatori cronici, che siano allo stadio iniziale o in fase avanzata, come nelle persone anziane. Gli esercizi consentono di allenare la mobilità del rachide e dei muscoli. Gli studi hanno anche provato che l’attività fisica al di là dei 70 anni continua a svolgere un’azione preventiva, per esempio per quanto riguarda l’osteoporosi.

Depressione
L’attività fisica diminuisce gli stati depressivi e ansiosi, sia per le persone sane che per chi soffre di depressione. L’esercizio, infatti, agisce sul piano psicologico, biochimico e fisiologico.

Lo sport non è sempre prescritto come trattamento contro la depressione, ma la sua efficacia è riconosciuta. Nei pazienti depressi o ansiosi, può essere associato a delle cure tradizionali, come la psicoterapia e i medicinali. 
Muoversi protegge l’umore in modo duraturo. Le persone anziane (65-79 anni) che fanno regolarmente attività fisica risentono dei suoi benefici contro la depressione per un periodo che va dai 2 ai 9 anni dopo la fine dell’attività.

Alzheimer
L’attività fisica può essere benefica anche nel caso di patologie che non hanno alcun legame diretto con i muscoli o le ossa. Per esempio nel caso del morbo di Alzheimer. Test e studi hanno messo in evidenza l’effetto positivo dello sport su chi è affetto da questa patologia; l’esercizio diminuisce il rischio di cadute e mantiene più alta la capacità di svolgere attività quotidiane. Associato a uno stile di vita sano (niente fumo, dieta equilibrata con tanta frutta e verdura), l’esercizio fisico è anche un alleato importante per la prevenzione dell’Alzheimer.

Copyright foto: Istock