Acido lattico: cosa fare

L’acido lattico è un acido carbossilico, ultimo accettore della catena di trasporto degli elettroni, associato all’affaticamento muscolare.


Acido lattico nelle gambe

L’acido lattico è un prodotto del metabolismo anaerobico, che si accumula in caso di fatica muscolare. Di per sé è costantemente prodotto dal nostro organismo, ma viene naturalmente smaltito per evitarne l’accumulo.

Dolore muscolare dopo l’allenamento

Per produrre energia il corpo, in assenza di ossigeno, la via è la glicolisi anaerobica o fermentazioni lattica, funzione fondamentale per smaltire gli elettroni prodotti da un allenamento intenso. L’acido lattico viene a sua volta riconvertito in glucosio dal fegato.

Indolenzimento muscolare

Il sintomo principale dell’accumulo di acido lattico, immediatamente dopo un allenamento intenso, è un affaticamento muscolare, che rende il soggetti più vulnerabile alle lesioni o anche solo alle contratture muscolari.

Acido lattico - rimedi naturali

Fondamentale per ridurre gli eccessi di acido lattico, fare attività di defaticamento post-allenamento, ridurre l’intensità dell’esercizio se eccessiva, assumere del magnesio (dopo averne parlato con il medico curante).

Foto: © lculig - 123RF
Pubblicato da CristinaPiotti. Ultimo aggiornamento 5 novembre 2016 alle 23:58 da CristinaPiotti.
Il documento intitolato «Acido lattico: cosa fare» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.