0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

I 10 film per ritrovare la carica positiva

Da Will Hunting al Discorso del Re, passando per Mamma Mia! Tutte le pellicole che hanno la capacità di tirare su l'umore, e far ripartire con carica positiva e grinta.

I film possono aiutare a far ritrovare la carica positiva quando l'umore è al minimo storico.


Una giornata no al lavoro, un litigio, un po' di malessere. Quando l'umore è sotto le scarpe, il rimedio può essere un film che dia carica, energia positiva e una nota di ottimismo per il futuro. Diteci per quale motivo siete giù di corda e vi daremo la soluzione, formato grande o piccolo schermo.

La giornata è grigia? Grand Budapest Hotel

Di Wes Anderson, Usa 2014 (95'). Il cast stellare (Bill Murray, Ralph Fiennes, Owen Wilson) è una delle ragioni per il quale ha vinto così tanti Oscar. L'altra è che è colorato, sognatore, strampalato. Ideale per portare sullo schermo tonalità multicolor, contro ogni meteoropatia

Gli esami non finiscono mai? Will Hunting - Genio ribelle

Di Gus Van Sant, Usa 1997 (121'). Ci sono Robin Williams e Ben Affleck, ma la vera star è Matt Damon, nei panni di un addetto alle pulizie del MIT che si trasforma in un indisciplinato genio della matematica. Vi farà tornare con la testa tra i libri (nella speranza di trovare, in biblioteca, un altro affascinante genio ribelle).

Giornata no in ufficio? The Blues Brothers

Di John Landis, Usa 1980 (130’). Belushi-Aykroyd sono ex galeotti e musicisti blues, che cercano di salvare dalla chiusura l'orfanotrofio dove sono nati. Tra sparatorie e intermezzi musicali indimenticabili (everybody needs somebody to love), l'ottimismo è assicurato. Il vostro sorriso contagerà persino il capo.    

Siete in ansia? La leggenda del pianista sull’oceano

Di Giuseppe Tornatore, Italia 1998 (165’). Le acque, la musica, il sentirsi cullati degli eventi, anche quando la tempesta incombe. T.D. Lemon, detto Novecento, non è mai sceso dalla nave sulla quale è nato. Le onde, i brani di Morricone e la quiete vi calmeranno.

Sogni vs realtà? Sognando Beckham

Di Gurinder Chadha, Gran Bretagna 2002 (112’). Le fan di Kiera Knightley e di Beckham non possono perdere la storia della giovane Jess e della sua famiglia indiana. Lei sogna di giocare a calcio, loro che la figlia si sposi. La Knightley è l'amica-nemica, quella che combatte per gli stessi sogni, allenatore (giovane e simpatico) compreso. 

Che noia la rutine! Il ciclone

Di Leonardo Pieraccioni, Italia 1996 (94'). La vostra vita di tutti i giorni non può essere più noiosa di quella del paesino (in Toscana) dove vive la famiglia Quarini. Loro, dall'oggi al domani, si trovano alle prese con una compagnia spagnola di flamenco. Chissà cosa può capitare a voi.

Siete in imbarazzo? Il discorso del re

Di Tom Hooper, Gran Bretagna /Australia, 2010 (107'). Parliamone. Se il bel Colin Firth, nei panni del balbuziente futuro re Giorgio VI d'Inghilterra, riesce a prendere lezioni di dizione (Dio Salvi la moglie e Regina) nel mezzo degli eventi che portano alla II Guerra Mondiale, voi potete superare qualsiasi difetto, tic o difficoltà. O almeno trovare la vostra originale soluzione per conviverci. 

Siete state lasciate? Come farsi lasciare in 10 giorni

Di Donald Petrie, Usa 2003 (116'). Kate Hudson è una giornalista che deve scrivere un pezzo su come farsi lasciare in dieci giorni. Matthew McConaughey un pubblicitario che scommette, per il bene della sua carriera, che farà innamorare di lui una donna in soli 10 giorni. Ovviamente s'incontrano. E mentre guardate il film realizzate che non siete state lasciate. Avete avuto solo successo nella vostra strategia. E potreste scriverne un libro (danaroso).

Le vacanze sono lontane? Mamma mia

Di Phyllida Lloyd, Usa 2008(108'). Davvero c'è qualcuna che non ha ancora assistito alle nozze della giovane Sophie, che vive su un'isola greca con la madre Donna (Meryl Streep)? Per l'occasione la ragazza invita, di nascosto, tre ex della donna, nel tentativo di identificare il nome del padre che la mamma ha sempre tenuto nascosto. Bastano le prime note di Dancing Queen ed è subito Grecia, estate e abbronzatura.

Avete un amore segreto? Sabrina

Di Billy Wilder, Usa 1954 (113'). La figlia dell'autista di una ricca famiglia (Audrey Hepburn) è innamorata da sempre del giovane rampollo playboy. Va a studiare all'estero e quando torna lui si accorge di lei. Perfetto per capire che l'uomo sempre desiderato da bambine, da adulte si rivela una sonora sopravvalutazione. Per fortuna c'è il piano B...

Copyright foto: YouTube
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo