Rinazina® (spray nasale): foglio illustrativo

Fai una domanda
Rinazina® spray nasale è un vasocostrittore decongestionante nasale a base di Nafazolina ed è indicato in caso di riniti e faringiti acute catarrali, di riniti allergiche, di sinusiti acute.



Dosaggio consigliato

Il dosaggio consigliato è di 1-2 nebulizzazioni in ciascuna narice per 2-3 volte al giorno. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate: un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per breve periodo può dare luogo ad effetti sistemici gravi. In caso di sovradosaggio possono comparire ipertensione arteriosa, tachicardia, fotofobia, cefalea intensa, oppressione toracica, e, nei bambini, ipotermia e depressione del sistema nervoso centrale con spiccata sedazione, che richiedono l'adozione di adeguate misure d'urgenza.

Controindicazioni

Il farmaco è controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni, inoltre non dovrebbe essere usato in caso ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti, malattie cardiache ed ipertensione arteriosa gravi, glaucoma e ipertiroidismo. Inoltre, il farmaco non va somministrato durante e nelle due settimane successive a terapia con farmaci antidepressivi. Impiegare con cautela negli anziani e nei soggetti affetti da ipertrofia prostatica per il pericolo di ritenzione urinaria.

Interazioni con altri farmaci

Il farmaco può interagire con farmaci antidepressivi: informare il medico o il farmacista se si è assunto qualsiasi altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica. È importante sapere che nei pazienti con malattie cardiovascolari, specialmente negli ipertesi, l'uso dei decongestionanti nasali deve essere comunque di volta in volta sottoposto al giudizio del medico.

Sport

Per chi svolge attività sportiva: l'uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test antidoping.

Effetti indesiderati

Rinazina® spray nasale potrebbe causare effetti indesiderati, determinando localmente fenomeni di rimbalzo di sensibilizzazione e congestione delle mucose. Per il rapido assorbimento della Nafazolina attraverso le mucose infiammate, si possono verificare effetti indesiderati consistenti in ipertensione arteriosa, bradicardia riflessa, cefalea, disturbi della minzione. L'uso protratto di vasocostrittori può alterare la normale funzione della mucosa del naso e dei seni paranasali inducendo anche assuefazione al farmaco. Il benzalconio cloruro (BAC), uno dei conservanti contenuti nella Rinazina®, se usato per lunghi periodi può provocare un rigonfiamento delle mucose. Quando si presenta uno o più effetti collaterali, è opportuno consultare il medico.