Prazepam: indicazioni, posologia ed effetti secondari

Il prazepam è una sostanza attiva indicata nel trattamento dell’ansia e agitazione. Essa è anche prescritta in caso in alcool dipendenza.



Indicazioni

Il prazepam è un farmaco appartenenze alla famiglia delle benzodiazepine, composti chimici che consentono di trattare i disturbi del sonno (insonnia), ansia e convulsioni. Il prazepam è una molecola che agisce direttamente sul sistema nervoso centrale e una volta liberata nell’organismo, calma le persone colpite da stati d’angoscia. Esso è indicato in particolar modo contro il delirium tremens, una serie di sintomi che si manifestano in soggetti che soffrono di alcoolismo e che decidono di smettere di bere (insonnia, ansia, tremori).

Posologia

Il prazepam è una benzodiazepina utilizzata per i suoi effetti ansiolitici, ipnotici, anticonvulsivanti e miorilassanti. In Italia il prazepam è commercializzato sotto il nome di Prazene ® e Trepidan®. La posologia d’assunzione di questa molecola varia tra i 10 e i 30mg al giorno, ma può essere estesa fino ai 60mg in caso di disturbi psichiatrici gravi. Il trattamento è sintomatico. Esso deve avere una breve durata, di massimo 10 giorni per il delirium tremens, tra le 8 e le 12 settimane per il trattamento dell’ansia.

Controindicazioni

Questa molecola è controindicata per quei pazienti che soffrono di miastenia, sindrome di apnee notturne, insufficienza respiratoria o epatica grave. Risulta non adatto anche alle donne incinte o che allattano.

Effetti secondari

Il prazepam è suscettibile di provocare disturbi dell’umore e del comportamento (amnesia, confusione, agitazione, irritabilità), mal di testa, vertigini, insonnia, rush cutaneo, prurito, patologie muscolari, disturbi della libido e disturbi alla vista. Un sovradosaggio di questa molecola può comportare dei rischi sulla prognosi vitale del paziente.

Avvertenze

Per la maggior parte dei pazienti il trattamento a base di prazepam non deve eccedere le 12 settimane di utilizzo. Un uso prolungato dei farmaci a base di prazepam può comportare una dipendenza fisica e psichica. Consultare il medico prima di iniziare la terapia.


Foto:@ Su-no-G - Commons Wikimedia
L'articolo originale è stato scritto da Jeff. Tradotto da ClaudiaScarciolla. Ultimo aggiornamento 13 settembre 2017 alle 16:05 da ClaudiaScarciolla.
Il documento intitolato «Prazepam: indicazioni, posologia ed effetti secondari» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.