0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Retinite pigmentosa: sintomi, diagnosi e cura

La retinite pigmentosa è una malattia genetica dell’occhio spesso associata a delle lesioni di altri organi, manifestabili intorno ai dieci, vent’anni.


Sintomi

Il primo sintomo della retinite pigmentosa è quello dell’abbassamento della visione notturna associata rapidamente ad una diminuzione del campo visivo, che comporta una visione tubulare e perdita della visione periferica. Coloro affetti da retinite pigmentosa presentano spesso edema maculare o cataratta precoce. Se si presentano complicazioni dei sintomi è possibile che si manifesti, seppur raramente, una riduzione della vista sia periferica che centrale.

Diagnosi

L’esame del fondo dell’occhio rileva una pigmentazione della retina periferica così come un’atrofia progressiva della stessa. La diagnosi viene confermata con un elettroretinogramma che mostra un’disadattamento all’oscurità.

Cura

Non esiste alcun trattamento specifico. La vitamina A così come una dieta ricca di Omega 3 possono aiutare a ritardare l’apparizione della cecità. Un consulto generico è indispensabile per informarsi sui rischi della manifestazione della malattia sui bambini di persone che già ne soffrono.
Il documento intitolato « Retinite pigmentosa: sintomi, diagnosi e cura » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.