0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Campo visivo - Definizione


Definizione

Il campo visivo corrisponde all’estensione dello spazio percepita dall’occhio che trasmette al cervello le informazioni che riceve tenendo conto della loro forma, dei colori e del volume. Il campo visivo copre circa 180° in un individuo dotato di una vista normale e può essere studiato da un oculista analizzando individualmente ogni occhio. Quando il campo visivo è alterato, esso può toccare il campo periferico o centrale e di conseguenza alcune zone non vengono più recepite dall’occhio: può trattarsi di una zona non visualizzata al centro di un campo visivo o di una sensazione fastidiosa a causa di una macchia nello spazio visivo (chiamata scotoma). Il campo visivo viene ridotto da alcune patologie che toccano direttamente l’occhio o il nervo ottico.
Il documento intitolato « Campo visivo - Definizione » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.