1
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Deviazione del setto nasale: settoplastica

L’operazione chirurgica riparatrice del naso, prescritta in caso vi sia presente una deviazione del setto, è chiamata settoplastica. Generalmente senza dolore, l’operazione di breve durata ed è praticata in ambulatorio.


Definizione

La settoplastica funzionale è un’operazione chirurgica che mira a sistemare un setto nasale deviato, quando sussistono alterazioni dei test di funzionalità nasale. Circa l’80% della popolazione presenta una deviazione del setto nasale, ma solo una piccola percentuale di individui soffre di deformazioni maggiori che comportano un’ostruzione del naso. Questo genere di intervento è pratica in ambulatorio e dura dai 30 ai 45minuti. Essa è consigliata ai pazienti che soffrono di problemi respiratori derivanti da un’ostruzione. L’operazione ha l’obiettivo di equilibrare l’entrata e l’uscita dell’aria dalle narici.

Indicazioni

Indicata agli uomini e alle donne che soffrono di una deviazione setto nasale, la settoplastica è prescritta da un medico otorinolaringoiatra, se la deviazione del setto provoca disturbi o complicazioni quali ostruzione nasale cronica, russare, difficoltà respiratoria, sinusite e otiti ripetute.
La settopastica non è un’operazione di tipo estetico per tanto non modifica l’aspetto esterno del naso anche se, tuttavia, se la deviazione del setto si accompagna ad una deviazione del naso, la settoplastica può essere associata ad un intervento più profondo: la rinosettoplastica, in cui anche l’aspetto estetico del naso viene corretto.

L’operazione

La settoplastica viene effettuata, come già accennato, in media, in un periodo che va da una trentina di minuti, fino ad un’ora e mezza. L’intervento praticato in anestesia generale e l’operazione consiste nel rimodellare e reindirizzare il setto nasale deviato direttamente dalle narici per evitare di lasciare cicatrici esterne. La parte deformata del setto può esser parzialmente ritirata, a seconda dell’anatomia del paziente.

Settoplastica: post operatorio

A seconda del tipo di chirurgia svolta, è possibile avere qualche fastidio nel caso in cui vengano applicati dei laminati in silicone, atti a mantenere il setto operato in una posizione corretta, e per ridurre la possibilità di comparsa di ematomi. Queste applicazione sono poi rimossi dopo circa un paio di giorni. L’intervento non è doloroso, ma possono manifestarsi dei sintomi quali sanguinamento, edema, ecchimosi, che poi scompaiono in una decina di giorni. Il risultato finale si vedrà solo a distanza di alcuni mesi dall’intervento. Per tali ragioni, in questo lasso di tempo, è bene evitare di svolgere attività sportive o altre attività che possano aumentare la pressione sanguigna. Anche il fumo deve essere evitato, mentre a seconda del proprio stato psicologico e fisico, in assenza di complicazioni si può tornare a lavoro, già dopo un paio di settimane. La settoplastica è un intervento mutuabile anche se associato alla rinosettoplastica, informarsi in merito presso l’Azienda Sanitaria Locale della propria città.
Il documento intitolato « Deviazione del setto nasale: settoplastica » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.