0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Giardino fai da te? No problem!

Orto urbano, giardino fiorito, verticale, zen o roccioso? Per creare un giardino fai da te basta un po' di tempo, un po' di spazio e qualche attrezzo. Ecco come fare.

Il giardino fai da te è un sogno realizzabile anche se lo spazio è poco. © ninamalyna/123RF


Giardino urbano: gli attrezzi

Per un giardino fai da te non servono grandi spazi: bastano qualche ora di tempo, gli strumenti giusti, un po' di pazienza e altrettanta fantasia. Come suggerisce la guida di Shopalike, il vantaggio nell'avere l'attrezzatura ad hoc - una piccola pala, un foraterra, un minirastrello, forbici da giardino, guanti da giardinaggio, un innaffiatoio, spruzzatori o nebulizzatori e un sistema d’irrigazione - sta nella riduzione del tempi e della fatica. 

Idee giardino fai da te: l’orto (anche) urbano

L'orto urbano permette di avere a portata di mano i prodotti freschi, a chilometro zero. © Darya Petrenko/123RF


Creare un orto in giardino permette di avere sempre a portata di mano i prodotti della terra a chilometri zero e le erbe aromatiche fresche per profumare le ricette. Da sapere: gli ortaggi più semplici da coltivare sono i fagiolini, la cipolla e il ravanello mentre, a proposito di erbe, il basilico, l'origano e la menta. 

Decorazioni giardino fai da te: i fiori più semplici

Primule, lavanda e camomilla: i fiori più semplici per il giardino fai da te. © Alexander Raths/123RF


Siete alla ricerca dei fiori da giardino più semplici da coltivare? La prima risposta è la lavanda, non solo decorativa ma anche utile grazie ai fiori essiccati perfetti per profumare i cassetti della biancheria; seguono le primule, belle da vedere e deliziose per guarnire le insalate e la camomilla, la margherita che, una volta essiccata regala salutari tisane. Non sottovalutate anche le piante antizanzare, utili per trascorrere serene serate all'aperto.

Giardino verticale fai da te

Il giardino verticale fai da te si crea anche con il riciclo creativo. © Piyachok Thawornmat/123RF


Creare un giardino verticale fai da te è più semplice del previsto. Anzitutto individuate la parete: sceglietene una luminosa, vicina a un impianto idraulico e che sia in grado di sostenere pesi ed eventuali ganci. Per creare la struttura ci sono diverse opzioni, dal momento che in commercio esistono diversi supporti (anche autoportanti): dalla fioriera verticale, al sistema di tasche in feltro fino ai trays, le vasche forate che vengono ricoperte dalla vegetazione. Se volete contenere i costi, il riciclo creativo dei pallet è un’ottima soluzione per la struttura del vostro vertical garden. A proposito di piante è meglio optare per quelle che non superano i 15 centimetri di altezza e non richiedano troppa acqua: in generale, le piante grasse sono le migliori per iniziare.

Giardino zen fai da te

Il giardino zen è molto facile da creare, curare e da mantenere. © fotointeractiva/123RF


Per creare un giardino zen fai da te si parte da carta e penna e si disegna uno schizzo che rispetti i quattro principi fondamentali: l’asimmetria - ciò che si simmetrico è artificiale -, la disparità - gli elementi devono richiamare la forma di un triangolo -, il contrasto - gli alberi alti vicini a quelli bassi, canneti a delimitare sentieri, rocce vicine ai laghetti e così via - e della natura, per cui tutto ciò che lo compone deve essere naturale.

In un giardino zen non possono mancare: la sabbia bianca, la ghiaia e le pietre dalle forme irregolari per creare un vialetto che non deve mai essere chiuso né girare su se stesso, bensì lineare e condurre in un luogo da scoprire. Molto importante anche l’acqua - fontane, stagni, laghetti e corsi d’acqua - che può essere rappresentata anche in maniera simbolica, con la ghiaia o la sabbia da modellare con un rastrello simulando le onde.

A proposito di piante si prediligono i sempreverdi - bambù, acero, pino, rododendro - ed è importante distinguere le piante femminili - basse e tondeggianti, rigorosamente da fiore, da posizionare lungo il sentiero a simbolo della bellezza e della fragilità -, da quelle maschili - alte e spigolose - da scegliere invece per l'ingresso del giardino. Per aumentare la prospettiva le piante più piccole stanno in fondo, viceversa, le più grandi vanno al centro. Infine, le lanterne, le candele, i tavoli e gli sgabelli di pietra o di legno sono gli elementi di arredo.

Giardino roccioso fai da te

Giardino © Viacheslav Lopatin/123RF


Per creare un giardino roccioso fai da te basta un piccolo spazio, possibilmente soleggiato, un discreto numero di pietre - possibilmente raccolte nei dintorni prediligendo quelle di forma quadrata ed evitando quelle porose -, qualche attrezzo - un rastrello, un piccone e una vanga. Le pietre vanno disposte a formare diverse montagnole, accatastandole l’una sull’altra in maniera sfalsata così da creare lo spazio per le piante alpine.

Giardino pensile fai da te

Creare un giardino pensile è un investimento per il futuro. © THANANIT SUNTIVIRIYANON/123RF


Un giardino pensile non è solo bello da vedere e da vivere: i suoi benefici si traducono in bollette dell'energia che si abbassano, qualità dell'aria che migliora e minor inquinamento acustico.  

Aiuole giardino fai da te

Per avere aiuole fiorite in giardino è importante prima progettare bene. © foto168/123RF


Per decorare il giardino con aiuole fiorite, variopinte e profumate è importante pianificare bene il progetto. Anzitutto è necessario scegliere le piantine tenendo presente la posizione (soleggiata o meno), la qualità del terreno e, naturalmente, l'estetica e la tonalità dei fiori colorati in questione. In secondo luogo è necessario dare una forma all'aiuola, quindi delimitarla con paletti o sassi e poi, con una zappetta, eliminare l'erba, l'erbacce e il primo strato di terra. Infine vanno scavati dei buchi più profondi per la messa a dimora delle piantine.    

Fontana per giardino fai da te

Fontana © Romolo Tavani/123RF


Basta un po’ di riciclo creativo e anche la fontana fai da te prende forma in giardino. La più semplice? Con un ramo di bambù. La più vintage? Una vecchia teiera di metallo appesa al muro, usata a mo’ di rubinetto. La più scenografica? Quella che impila i vecchi vasi di terracotta o quelli di latta creando bizzarre piramidi. La più zen? Un’infilata di vecchi innaffiatoi e secchi d’alluminio disposti alternati a mo’ di mancorrente di una scala. La più giocosa? Quella costruita con le bottiglie di vetro disposte a raggiera. La più country? Una vecchia tinozza in legno da cui sgorga un vecchio rubinetto a mo’ di fontanella. Per tutte è necessario procurarsi nei negozi di bricolage delle pome ad hoc per fontane.

Arredo giardino fai da te: riciclo creativo

Il riciclo creativo in giardino regala inaspettati accostamenti. © Cora Mller/123RF


Anche per l'arredo del giardino fai da te, il riciclo creativo offre spunti utili e accostamenti divertenti. Con le vecchie cassette di legno o le casse del vino si possono creare aree ad hoc (per esempio per l'orto urbano), forando lattine e barattoli in alluminio si creano deliziosi portacandela per l'illuminazione del giardino in salsa soft, le vecchie biciclette diventano la struttura su cui piazzare vasi di fiori e chi più ne ha, ne metta!   

Il documento intitolato « Giardino fai da te? No problem! » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.