Panna spray: come e quando (non) usarla

Fai una domanda
Pro e contro di uno dei più celebri prodotti lattieri oggi in commercio: la panna spray.  

Pro e contro dell'utilizzo della panna spray.


Panna fresca: come si fa?

La panna fresca è un prodotto lattiero ottenuto dal procedimento di scrematura del latte, in cui la parte grassa di quest’ultimo viene separata dai diversi nutrimenti. A questo processo segue poi un trattamento termico per ridurne la carica batterica. Questo tipo di panna si differenzia dalla panna da montare a causa della percentuale di grassi: la prima, infatti, ne contiene di norma una percentuale bassa (tra il 20 e il 22%) rispetto alla seconda.

Panna da montare, che fatica!

La panna montata è una prelibatezza che stuzzica il palato di grandi e piccini - chi non si è mai lasciato tentare da una golosa coppa di fragole guarnite con panna? - ma non sempre si ha il tempo, e magari la voglia, di mettersi fruste alla mano e mescolare pazienti fino al raggiungimento della tipica consistenza schiumosa. Fortunatamente i tempi moderni sono venuti in soccorso agli impazienti: nel 1948 la Reddi-Wip di Aron Lapin lancia sul mercato le bombolette di panna spray che tutt’oggi si trovano in commercio.  

Bombolette spray: pro e contro

La storia di questa "panna imprigionata" è simpatica, o forse il termine più adatto è esilarante. Infatti il procedimento che rende possibile la fuoriuscita dello schiumoso prodotto dalle bombole è possibile solo grazie alla presenza di N2O, volgarmente chiamato protossido di azoto, un gas utilizzato nel XIX secolo nelle fiere di paese per i suoi effetti… esilaranti! Ebbene sì, la presenza di questo gas all’interno delle bombole serve a formare le bolle che, mescolandosi con il liquido, lo trasformano in panna montata e bella. 
Questo prodotto, tanto utile, non manca però di difetti, causati proprio dall’ingegnioso meccanismo di fuoriuscita del prodotto. Questo tipo particolare di panna, infatti, ha la tendenza a smontarsi velocemente, a causa dell’unione delle bolle d’aria, che si formano nella crema grazie all’uso del gas e che le danno la sua tipica consistenza. 
La panna spray risulta essere quindi più adatta per delle preparazioni che ne prevedono il consumo immediato, ed esempio su una coppa gelato, o come accompagnamento per la  frutta o per le vostre crêpes.
Il suo impiego è quindi sconsigliato per farcire torte con panna montata, in questo caso sarà più indicato utilizzare della panna fresca da montare.

Come si monta la panna?

Piccola astuzia:  per ottenere un risultato ottimale mettere il recipiente e le fruste che utilizzerete per montare la vostra panna in freezer per una decina di minuti prima di iniziare a montare. 

Potrebbe interessarti anche: Come montare la panna

Copyright foto: Daniel Shiper / 123RF

Potrebbe anche interessarti