Maternità facoltativa o part time? Le novità del 2016

Tra le novità inserite dal Job Acts 2015 c’è la possibilità di sostituire il lavoro part time ai dieci mesi di maternità facoltativa. Una scelta che interessa sia le mamme che i papà.

Maternità facoltativa o lavoro part time? La novità inserita dal Jobs Act apre nuove possibilità alle mamme lavoratrici (e ai papà lavoratori).


La maternità facoltativa, vale a dire il periodo di congedo parentale che può essere utilizzato fino ai 12 anni di vita del figlio da entrambi i genitori, o il part time che permette di rientrare ai propri impegni lavorativi quotidiani ma, almeno per un po’, in versione “ridotta”? 

Il dubbio è legittimo dopo che il Jobs Act ha inserito la possibilità di scegliere il cosiddetto “congedo parentale a ore” aprendo questa opzione, che prima esisteva solo per i lavori che ne prevedevano la possibilità all’origine nel contratto nazionale o aziendale, a tutti i genitori lavoratori. 

Part time o maternità facoltativa?

I mesi totali restano comunque 10 ma, con il nuovo Jobs Act, i neo-genitori possono decidere di sostituire la maternità facoltativa con un periodo di part-time, terminato il quale il lavoratore tornerà al suo impegno a tempo pieno. Questa misura è particolarmente utile per i lavori che richiedono una formazione continua e per tutti quei genitori che desiderano tornare a lavorare ma non sono ancora del tutto pronti a lasciare il figlio. 

Tempo di preavviso al datore di lavoro

Tra le novità inserite dal Jobs Act, poi, un generale accorciamento dei tempi necessari per l'accettazione della richiesta: il lavoratore, infatti, è tenuto ad informare il suo datore di lavoro a proposito del desiderio di sfruttare il periodo di congedo parentale almeno 5 giorni prima della data decisa per l’inizio (prima la comunicazione doveva avvenire almeno 15 giorni prima rispetto a questa data).

Copyright foto: Anna Bizoń/123rf
Il documento intitolato « Maternità facoltativa o part time? Le novità del 2016 » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.