Snapchat: il social network più felice (secondo la scienza)

Il social network che porta più felicità sembra essere Snapchat, che assicura interazioni più allegre e soddisfacenti che mai. Ecco come.

Snapchat è la soluzione perfetta per chi vuole divertirsi e scambiare messaggi con altri internauti.


Scambiare foto, video e chattare allo stesso tempo. Snapchat è un'app veloce e divertente, che piace a molti anche se, rispetto a Facebook o Twitter, sembra ancora non aver guadagnato abbastanza terreno. Chissà che, con l'aiuto della scienza, questo scarso successo presto possa cambiare. Merito di una ricerca, secondo la quale è tempo di abbandonare la concorrenza, Instagram in primis, e dedicarsi al social network che ancora non si è provato. Tutti su Snapchat, insomma. Ma perché? Semplice, è la piattaforma più felice della rete, secondo un recente studio.

A dirlo sono i ricercatori americani della University of Michigan, che hanno osservato le abitudini sociali di 154 studenti universitari per due settimane, per poi intervistarli sul loro umore e sulle loro abitudini sociali. Hanno così scoperto che Snapchat produce il maggior numero di relazioni felici, rispetto a big già citati come Facebook, Twitter e Instagram.

Cosa aspettarsi e perché questo mezzo rende tutti più allegri? Secondo gli scienziati questo mezzo produce delle interazioni veloci, spontanee e in grado di rappresentare in modo veritiero le persone, che sono quindi meno concentrate sull'apparire e sul mostrare una particolare, finta ma idilliaca versione di sé. Inoltre le immagini pubblicate sono visibili solo per un periodo di tempo molto limitato, come dieci-venti secondi, mentre spesso i post degli altri social sono più o meno in grado di perseguitare l'utente per sempre. Infine ci sono molti filtri, emoticon e semplici strumenti che rendono l'interazione molto più piacevole.

A quanto pare la felicità sta nelle piccole cose. Anche nei social network.
 
Copyright foto: Fotolia

Il documento intitolato « Snapchat: il social network più felice (secondo la scienza) » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.