0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Igiene: in bagno gli uomini battono le donne

Una ricerca australiana ha rivelato che gli uomini battono (e di parecchio) le donne in fatto di igiene: puliscono la tavoletta, lasciano lindo e si lavano le mani prima di uscire. Le donne si fanno belle. 

Una ricerca australiana ha promosso gli uomini e bocciato le donne in fatto di igiene (almeno in bagno).


I bagni delle donne sono più puliti di quelli degli uomini, si dice. Niente di più falso, assicura uno studio australiano volto a sensibilizzare l'opinione pubblica sull’importanza dell’igiene per prevenire le malattie. Anche se gli stereotipi sono duri a morire - il 43% delle donne intervistate giudica i colleghi maschi pigri in fatto di acqua e sapone mentre l’89% degli uomini è convinto che le signore si lavino le mani ogni volta che passano dalla toilette - la realtà boccia il gentil sesso. 

A sfiorare la perfezione sono loro, i maschi: se il 77% degli interpellati pulisce la tavoletta del water prima di sedersi, tra le donne la percentuale si ferma al 59. Stesso discorso per quanto riguarda l’attimo dopo la tappa al bagno: il 52% dei maschi controlla che il water sia pulito, tra le donne lo fa solo il 42%. E ancora: il 96% dei maschi passa dal rubinetto prima di uscire dal bagno, tra le donne la percentuale è decisamente inferiore. Se poi si considera che gli uomini, più delle donne (il 67% contro il 53%), fanno attenzione a non toccare oggetti che potrebbero essere stati toccati da altri, allora è facilmente immaginabile la quantità di microbi che se la spassano sulle mani di una donna rispetto alla desolazione che vivono i superstiti di quelle maschili. 

Insomma, al bando i luoghi comuni: non solo gli uomini sono più puliti delle donne, ma sono anche più attenti a lasciare tutto lindo. “Nonostante le ipotesi negative che incombono su di loro - spiega Emma Kenny, psicologa - hanno una reale consapevolezza dell'importanza del bagno pulito. Sono istintivamente protettivi e territoriali: queste predisposizioni naturali potrebbero benissimo essere il motivo per cui sono molto attenti in fatto di igiene personale e non solo”. 
      
D’altra parte le donne, in bagno, passano più tempo davanti allo specchio che con le mani sotto l’acqua (84% contro il 70% degli uomini). Insomma, per un mito sfatato ce n’è un altro che sopravvive: quello della vanità tutta femminile. Niente di male finché per apparire più belle non si finisce per essere più sporche. 

Copyright foto: Fotolia