0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Rivestimento per pavimento: come sceglierlo?

Rivestire il pavimento della propria casa può essere un vero rompicapo. Le opzioni sono tante, dalle piastrelle alla moquette, dal parquet di legno al laminato. Come muoversi? Ecco qualche suggerimento per trovare il pavimento più adatto ai vostri gusti e alle vostre esigenze.

Rivestire il pavimento non è sempre semplice, le opzioni sono diverse e non si sa mai quale scegliere.


Le piastrelle e la moquette, due grandi classici

Le piastrelle sono tra i rivestimenti per pavimenti più diffusi. Se hanno spiazzato i concorrenti, è perché hanno tante qualità: sono solide, facili da pulire, resistenti ad acqua, urti e usura. Spesso le si usa solo in bagno e in cucina, proprio per la loro praticità. Perché non utilizzarle anche in altre stanze? Per attutire i rumori basterà disporre dei tappeti, che renderanno l'ambiente più accogliente.

La moquette è stata a lungo la regina dei pavimenti, ma la si usa sempre meno. Questo rivestimento ha il vantaggio di attutire i suoni e le cadute (dei bambini piccoli per esempio), ed è anche un isolante termico. Il problema è che si macchia e non è sempre facile da pulire. Ecco perché non deve essere usata in cucina!

Il legno, sempre di tendenza

Il parquet è un altro rivestimento molto diffuso, soprattutto in salotto e in camera da letto. È meglio non usarlo in bagno, perché potrebbe imbarcarsi a causa dell'umidità. Il legno è un materiale naturale e resistente, che crea un'atmosfera accogliente e calorosa. Nel vero senso della parola, visto che ha anche delle proprietà isolanti. Se ben curato, può resistere a lungo.
 Esistono diverse tecniche di posa: quella classica, detta inchiodata, è abbastanza costosa. Oggi sono diffuse anche la posa incollata, in cui i listelli sono semplicemente incollati sul pavimento, e quella flottante, a incastro.
Un'altra soluzione per risparmiare può essere il parquet in laminato, ovvero in fibra di legno. 

La concorrenza dei nuovi materiali

A proposito di materiali alternativi, l'offerta è sempre più vasta. Non mancano gli amanti del PVC (o vinile): è poco costoso e di facile manutenzione, e ha il vantaggio di essere disponibile in una moltitudine di colori, effetti e imitazioni (pietra, legno, cemento). È anche impermeabile e, di solito, può essere collocato in qualsiasi stanza della casa. Ciliegina sulla torta, può essere posato abbastanza facilmente (spesso basta incollarlo). Anche i pavimenti di cemento sono molto di moda, perché conferiscono alla casa un aspetto contemporaneo e design. 
Insomma, ce n'è per tutti i gusti, le tasche e le stanze! 


Copyright foto: Istock
Il documento intitolato « Rivestimento per pavimento: come sceglierlo? » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.