0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Milano Fashion Week: 2 giorni, 10 trend

Solo due giorni di pret-à-porter e a Milano già si profilano i must del guardaroba femminile per il prossimo Autunno/Inverno. 


Lo stile di Alberta Ferretti celebra la donna bon-ton.


Sulle passerelle gli stilisti parlano chiaro: la donna del 2015-2016 sarà classica senza (troppe) esagerazioni e con un’attenzione particolare per lo stile bon-ton, protagonista assoluto sul catwalk firmato Alberta Ferretti. Non mancheranno nemmeno le incursioni nel mondo della seduzione più estrema con capi sexy, capaci di esplorare tutti i livelli della trasparenza, e i dettagli che si ispirano alle mode del passato



Copyright foto: Imaxtree.com

Gambe nude!

Gambe nude!


Chiara Lualdi scopre la gambe anche per l'autunno/inverno.


Le parigine, maestre dello stile, lo sanno da sempre. Le gambe nude sono un passe-partout e  nella prossima stagione autunnale saranno d’obbligo anche per le più freddolose. Da copiare il bel contrasto visto nella collezione di Chiara Lualdi che alle gambe scoperte accosta il tronchetto aderente e il micro-cappotto dall’orlo morbido, per scongiurare un risultato troppo appariscente, segnando il ritorno di un altro classico senza tempo: la fascetta sottile a fermare i capelli.   



Copyright foto: Imaxtree.com

Eighties inspiration


Fluo parola d'ordine sulla passerella di Fausto Puglisi.


Di chiara ispirazione anni Ottanta la collezione proposta da Fausto Puglisi secondo il quale l’autunno al femminile dovrà tingersi di… fluo. Quindi via libera agli eccessi, cromatici e non. I fianchi scoperti rendono l’abito immediatamente ricercato e il maxi-cappotto fa da cornice a quest’outfit sicuramente impegnativo ma non impossibile. La portabilità sta negli accessori scherzosamente rock come l’anfibio decorato e la spilla importante. 



Copyright foto: Imaxtree.com

Doppiopetto per lei 

Doppiopetto per lei 


Il doppiopetto di Fay si ammorbidisce sulle linee femminili.


Il capo maschile irrinunciabile per la divisa formale svela la sua anima più dolce entrando con prepotenza nello stile per lei. Signore e signori ecco il nuovo doppiopetto morbido visto nella sfilata Fay che assicura un risultato preppy-chic allontanandosi dal contesto formale per sposarsi con l’abbigliamento di tutti i giorni. Ideale per la donna sportiva capace di non scendere mai a compromessi in fatto di eleganza. 



Copyright foto: Imaxtree.com

Trasparenza elaborata 

Le trasparenze di Francesco Scognamiglio si arricchiscono dai dettagli semi-rigidi.


La storia della trasparenza è antica come la moda stessa anzi, forse è ancora più vecchia. L’abbiamo vista (o sentita raccontare) negli oblò dress anni Sessanta, nelle camicette hippie-chic anni Settanta e nei sotto-giacca del “Dress for Success” anni Ottanta. Oggi eccola di nuovo ma in un’elaborata versione arricchita da preziosi dettagli in contrasto realizzati in materiale semirigido (con un interessante richiamo nei polsini) nella collezione di Francesco Scognamiglio



Copyright foto: Imaxtree.com

Fantasia Protagonista


Capispalla e abiti per raccontare le storie di N 21.



Parola d’ordine fantasia: giacche, abiti e accessori diventano lo spazio per raccontare una storia tra paesaggi fantastici e scenari magici. Alessandro Dell’Acqua (alias N 21) da Milano suggerisce di dire basta alla tinta unita scegliendo di usare almeno un solo capo per comunicare qualcosa di immediatamente leggibile. Una scelta da imitare quando il resto dell’abbigliamento è composto da abiti in toni neutri e classici per dare all’insieme un tocco di brio



Copyright foto: Imaxtree.com

Fascino maschile


Stile mannish per il completo giacca pantaloni di Gucci.


Maschile, austero e affascinante. Tra tutte le proposte della nuova era Gucci svetta il modello da uomo pronto a ricoprire il corpo femminile regalandogli un allure elegante e una portabilità assoluta. Se si escludono le scarpe ricoperte di pelliccia, bellissime in passerella ma sicuramente poco pratiche nella vita quotidiana, l’accostamento giacca-pantaloni non conosce rivali in fatto di comodità ed eleganza. Da modificare a piacimento scegliendo una t-shirt per le occasioni informali e una rigida camicia, di taglio maschile, per rendere l’insieme  omogeneo. 



Copyright foto: Imaxtree.com

Basco per tutti

Il basco torna sulle passerelle di Luisa Beccaria.


Cappelli e cappellini saranno obbligatori e, in particolare, non si potrà dire di no al basco visto sia da Luisa Beccaria che sul catwalk firmato Gucci. Il capo, nato come simbolo rivoluzionario ma diventato velocemente un immancabile accessorio dello stile bohemienne chic, sarà perfetto per completare un abbigliamento classico ma si potrà accostare anche ad outfit più sportivi creando un contrasto da amplificare con un make-up importante tra riflessi metallici e labbra scurissime. 



Copyright foto: Imaxtree.com

Ciao skinny!

Ciao skinny!


Il cappotto oversize di Simonetta Ravizza si adatta a tutti gli stili.


L’autunno-inverno per lei dice basta alle forme strizzate aprendosi agli (abbondanti) stimoli della moda oversize. Così tutto diventa –one: cappottone (come quello visto da Simonetta Ravizza), gonnone e magliettone mentre la scarpa si riduce al minimo dicendo arrivederci allo stilletto (almeno per il giorno) e optando, piuttosto, per la stringata resa importante dalla suola ma mai eccessiva. Tutto all’insegna della comodità.



Copyright foto: Imaxtree.com

Classico 2.0


Il trench coat classico si riscopre moderno nella collezione di Stella Jean.


Il classico si riscopre moderno e si riscrive seguendo i diktat della moda di oggi senza dimenticarsi di quello che è stato. Così il trench coat di Stella Jean si ripropone nella sua versione basic ma diventa prezioso con il complicato disegno che lo adorna in maniera asimmetrica. E l’asimmetria detta legge anche in fatto di calze: anche qui torna il (semi)nudo con la complicità dei calzini per un risultato messy-sofisticato



Copyright foto: Imaxtree.com

Il documento intitolato « Milano Fashion Week: 2 giorni, 10 trend » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.