0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Come scegliere i jeans giusti per noi?

Ogni donna ha il suo stile e la sua morfologia. E scegliere i jeans giusti non è facile! Stefania Fornoni, consulente d'immagine associata all'AICI (Association of Image Consultants International), ci dà qualche consiglio per trovare il modello più adatto a noi e alla nostra silhouette.

A vita alta, skinny... quali sono i jeans adatti alla vostra silhouette?


Come possiamo capire se un jeans è adatto alla nostra morfologia e quali sono gli elementi a cui dobbiamo stare più attente?
Stefania Fornoni: Il jeans è un capo molto particolare per la figura femminile; in origine, era un pantalone da lavoro riservato agli uomini! Dagli anni '60 ad oggi, c'è stata una ricerca più avanzata in campo tessile; si è lavorato sui tessuti, per fare in modo che sposassero le forme curvilinee; e anche sui tagli, perché i jeans devono valorizzare la silhouette. 
Per quanto riguarda la scelta dei jeans, dobbiamo stare attente al taglio. Nel senso che il taglio di un pantalone può aiutare a snellire una gamba più “forte” e slanciare un busto prosperoso. Il secondo fattore è il tessuto. Quelli più rigidi sono più adatti a chi ha un fisico slanciato o androgino. I tessuti più morbidi e l'elastane, invece, sono amici delle curve. L'ultimo elemento importante è il colore. Si parla generalmente di blue jeans, ma ci anche sono delle versioni più scure, più opache e quindi più adatte a una silhouette generosa, mentre i colori chiari sono perfetti per chi ha un fisico più longilineo. Il bianco è riservato a chi ha le gambe lunghe e affusolate, perché è il colore che sottolinea maggiormente le rotondità. 

Qual è il modello di jeans ideale per ogni morfologia (fianchi stretti, fondoschiena abbondante, fianchi larghi, gambe corte...)?

Olivia Palermo sceglie dei jeans 7/8.

Per i fianchi stretti, va molto bene il modello boyfriend, che tra l'altro è uno di quelli che va per la maggiore in questo momento; il taglio è dritto e si appoggia sui fianchi, e sta bene anche a chi ha i fianchi larghi. Chi ha un fondoschiena più formoso può puntare sul modello curvy, che sottolinea il punto vita e slancia la silhouette. Per chi ha le gambe corte, l'obiettivo è di allungarle e quindi avere un jeans dalla linea asciutta: può andare bene un jeans slim, senza decorazioni che attirino l'attenzione sulla parte inferiore del corpo; consiglio anche un bel paio di tacchi.

Qual è il modello più adatto a un stile classico, casual e chic?
Per uno stile classico, il jeans che sta bene a tutte è il boot cut, perché ha un taglio abbastanza dritto, aderente sulla coscia e leggermente svasato in fondo. È una linea armoniosa che si adatta a tutte le morfologie e sta bene con tutto, con un paio di stivaletti, un cappotto o un giubbotto. 
Per uno stile casual, è meglio scegliere qualcosa di più comodo. Potrebbe essere un boyfriend o addirittura un cargo, più largo, con delle tasche. Per renderlo meno informale e sfoggiarlo anche in ufficio, lo si può abbinare a un top contemporaneo e a un paio di tacchi. 
Per uno stile chic vanno molto di moda i jeans skinny, che sono dei pantaloni quasi modellati sulla gamba. Possono andare bene anche per le più formose, a patto che siano scuri e abbinati ai tacchi.

Qual è la tendenza “jeans” di quest’anno?
Quest'anno vanno molto di moda i tagli skinny e boyfriend. Stanno tornando in voga anche i jeans un po' grunge, strappati e rovinati” 

Come ottenere un “look’’ da sera con un semplice jeans? 
Gli abbinamenti per la sera sono tanti. Per esempio, per chi ha le gambe corte o i fianchi larghi, consiglierei un completo monocromatico, magari con i capelli raccolti per dare slancio ed eleganza alla silhouette. Le più formose possono puntare anche sul curvy o sul boot cut, scuro, e indossare un top sbracciato che attiri l'attenzione sulla parte alta del corpo. La sera, però, consiglierei dei jeans skinny con dei tacchi e un top scollato, che rendono la mise più sensuale.

Come possiamo prenderci cura dei nostri jeans?
I jeans che contengono un po' d'elastane tendono a rovinarsi con le alte temperature. Quindi vanno trattati con cura e lavati al contrario. Alcuni jeans trattati, inoltre, possono sbiadirsi se lavati con l'acqua calda, anche se è normale che i pantaloni si scoloriscano un po' col tempo. Possono anche essere lavati separatamente o con i capi scuri in modo tale che il blu del denim non macchi gli altri vestiti.

Ringraziamo Stefania Fornoni, Consulente d'immagine associata all'AICI (Association of Image Consultants International).
Per saperne di più, consultate il sito http://lookbeautiful.it/

Copyright foto: Zara / Kika Press
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo