0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

La vostra coppia è in crisi? Cinque indizi per scoprirlo

Come capire se c'è aria di crisi con il partner?


Qualcosa è cambiato... periodo difficile o vera crisi?


Qualcosa è cambiato nella vostra coppia, ma cosa esattamente? Non riuscite a capirlo, e siete tormentate dall'ansia. E se non vi amaste più come prima? Ecco cinque indizi per capire se c'è aria di crisi tra voi e il vostro partner, con i consigli per risolvere i problemi.

Copyright foto: Istock

Non riusciamo più a comunicare


La comunicazione è bloccata? Prendete un po' di tempo per voi due.


Vi incrociate in corridoio, discutete della lista della spesa, della bolletta dell’elettricità, della riunione dei genitori a scuola, di cosa guardare in tv, del tempo che fa... insomma, la comunicazione si limita a questioni logistiche o pratiche, ma non riuscite più ad esprimervi veramente.

Forse è perché non avete abbastanza tempo per voi, presi dal ritmo frenetico della vita quotidiana in famiglia o dagli impegni di lavoro. Non riuscite più a trovare momenti di calma nei quali semplicemente stare insieme, né la tranquillità necessaria per un vero scambio.

La comunicazione però è un elemento essenziale della vita di coppia:
se manca, la relazione rischia di deteriorarsi. Comunicando si esprimono i propri sentimenti, si imparano a conoscere i bisogni e i gusti dell’altra persona, si fanno progetti e si evitano le frustrazioni e le incomprensioni. Insomma, è grazie alla comunicazione che si riesce a mantenere saldo un legame tra due persone.

Quali sono le soluzioni? Bisogna innanzitutto rendersi conto che esiste il problema. Se la causa è la mancanza di tempo per voi due, ritagliatevi uno spazio lontano da bambini e lavoro, da passare da soli.

Copyright foto: Istock

Non facciamo più progetti insieme


La mancanza di progetti comuni è spesso una causa delle crisi di coppia.


Andare a convivere, fare un figlio, andare a vivere un anno all’estero, fare il giro del mondo... un tempo facevate un sacco di progetti, più o meno realistici. Potevate parlare per ore di tutti i viaggi improbabili che avreste fatto assieme, della casa dei vostri sogni... e invece adesso che seguite senza proteste la routine o che vi ritrovate sfiancati alla fine della giornata, non avete più né il tempo né la forza per costruire tutti questi castelli in aria.

Piccoli o grandi progetti, a corto o a lungo termine, poco importa: svecchiate le vostre giornate con un sogno nuovo, un po’ di emozione, un nuovo obiettivo da raggiungere assieme. Altrimenti si rischia di isolarsi, ciascuno dedito al proprio progetto, indipendentemente dalla coppia.

Quali sono le soluzioni? È chiaro che se non riuscite più nemmeno a immaginare di programmare un fine settimana a due, o se avete la sensazione di non riuscire più a condividere nulla, di vivere ognuno su un pianeta diverso e separato, c’è qualcosa che non va. Forse è arrivato il momento di mettere in discussione la vostra relazione.
Ma se la situazione non è arrivata a dei livelli così estremi, non abbiate paura di rivelare i vostri sogni al partner. E ascoltate le sue confidenze. Proponete sempre nuove idee, coinvolgetelo sempre nei vostri progetti. Siete sempre voi a decidere dove andare in vacanza? E se invece questa volta gli chiedeste dove vorrebbe andare lui?

Copyright foto: Istock

Non mi attira più come prima


Non avete più la stessa complicità nell'intimità? Affrontate la situazione prima che peggiori.


Sentite che il desiderio non è più forte come prima, o che addirittura non c’è proprio più. Quello che deve veramente far scattare l’allarme però è il fatto che nessuno dei due faccia uno sforzo perché la situazione torni come prima. Non trovate la motivazione per sedurlo e anche lui fa molto meno caso a voi rispetto a prima. Anche i momenti di tenerezza ormai sembrano soltanto un ricordo.

Così come ci sono momenti in cui ci sentiamo più o meno in forma, anche per quel che riguarda il desiderio ci sono degli alti e bassi. Lo stress, la stanchezza e gli eventi imprevisti possono paralizzare più o meno a lungo la vita sessuale di una coppia.
Avere una buona intesa sessuale col partner e una vita intima appagante, però, è importante.

Quali sono le soluzioni? Non bisogna dare per scontato che il desiderio si estingua necessariamente con l’andare del tempo: bisogna convincersi invece che più ci si conosce, più la vita sessuale della coppia diventerà intima, spontanea e creativa, insomma bisogna pensare che il desiderio si evolve. Spesso poi è molto più facile accusare il compagno al primo segno di calo della libido. Rimettete anche voi stesse in gioco, e chiedetevi quali sono le vostre responsabilità. E soprattutto, rendete il vostro compagno partecipe di tutte le vostre soddisfazioni così come di tutte le vostre delusioni: la chiave è sempre il dialogo.

Copyright foto: Istock

Litighiamo sempre più spesso


È normale litigare con il partner di tanto in tanto, ma non deve diventare un'abitudine.


Certo, l’amore non è bello se non è litigarello: discutere permette di mettere i puntini sulle “i”, di evitare i malintesi e di venirne fuori sempre più innamorati di prima. Vivere assieme implica necessariamente degli scontri, che permettono anche di affermare e di esprimere la propria individualità. Se una coppia non litiga mai, può essere che uno dei due accumuli le frustrazioni. Fino al giorno in cui esplode, e allora è la crisi seria...

Tuttavia, se le discussioni diventano sempre più frequenti, basta il minimo dettaglio a scatenare una tempesta e secondo voi non serve a niente cercare di risolvere la situazione... vuol dire che c'è un problema. Quando diventa esagerato, litigare non è più costruttivo, e a volte le discussioni possono fornire una buona scusa per allontanarsi l’uno dall’altra, per prendere le distanze e mettere delle barriere nella coppia, in modo da impedire ogni comunicazione. I conflitti peggiori sono quelli che non si fa nemmeno lo sforzo di affrontare perché “ormai è troppo tardi”. A volte poi, quando si continua a discutere sempre sulle stesse cose, significa che esiste un problema molto più profondo e soprattutto irrisolto, e che ognuno dei due partner continua ad accumulare sempre più rancore.

Quali sono le soluzioni?
Chiedetevi onestamente se questi litigi vi portano da qualche parte. Se vi permettono di evolvere nella coppia, se vi sembrano costruttivi e se avete l’impressione che i bilanci siano sempre tutto sommato positivi, allora non dovete preoccuparvi. Se invece continuate a urlarvi contro per delle sciocchezze, se non riuscite davvero più a comunicare e se sono sempre le stesse questioni che si ripresentano, allora è forse arrivato il momento di chiedersi quali sono le problematiche alla base di questi litigi.

Copyright foto: Istock

Non mi manca quando non c’è


Vi sentite meglio quando il vostro lui non c'è ? Niente panico, tutti hanno bisogno di stare un po' da soli!


Quando avete cominciato a frequentarvi, non potevate stare lontani nemmeno per un giorno. Adesso invece, quando potete godere di un momento di solitudine, siete quasi sollevate!

Niente panico: è assolutamente comprensibile che desideriate riacquistare un po’ della vostra libertà e autonomia, specie quando vivete in coppia da molti anni. Non è per questo motivo che bisogna pensare che si è smesso di amare. È un errore pensare che dovreste avere adesso le stesse esigenze di quando la storia è iniziata. La vostra coppia evolve ed è perfettamente normale.

Quali sono le soluzioni? Certo, non è più possibile ricreare con la stessa intensità l’impazienza che sentivate i primi tempi aspettando il suo ritorno la sera, ma è importante mantenere vivo l’interesse e la voglia di sapere com’è stata la sua giornata, così come di raccontargli la vostra. La cosa fondamentale è non perdere il desiderio di ascoltarlo, di confortarlo quando ne sente il bisogno, di aiutarlo a cercare soluzioni...
Non sentire più il desiderio di dare né di condividere con l’altro: queste sono le vere ragioni che separano una coppia.

Copyright foto: Istock
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo