Che cos'è l'uricemia

Fai una domanda
L’uricemia, cioè il dosaggio dell'acido urico presente nel sangue, è importante per la diagnosi di gotta e può contribuire a diagnosticare una disfunzione renale con formazione ricorrente di calcoli.


Uricemia, cos'è?

L'acido urico viene prodotto in seguito alla degradazione delle purine, ovvero le basi azotate che si trovano nel nucleo delle cellule animali e vegetali; le purine arrivano nel sangue a seguito del normale ricambio cellulare e, in parte, grazie alla digestione di alcuni cibi e bevande. La maggior parte dell’acido urico verrà poi rimossa dall’organismo attraverso l’azione di filtro dei reni. Se l’acido urico viene prodotto in eccesso o se non è eliminato in modo sufficiente, si può accumulare nell’organismo e dare l'uricemia.

Uricemia alta

Di solito non ci sono sintomi di uricemia alta evidenti, anche se in alcuni casi si verificano febbre e affaticamento.
Normalmente il medico prescrive l’uricemia quando sospetta una gotta, che è una forma di artrite che colpisce più spesso ai piedi, oppure in caso di calcoli renali ricorrenti.

Dieta per uricemia

Poiché l'uricemia indica il livello di acido urico dovuto al metabolismo delle purine contenute in diversi alimenti, in caso di aumento è consigliabile seguire una dieta per uricemia alta a basso contenuto di carne (in particolare la carne di organi come fegato e reni), sardine e acciughe. Anche l’alcool andrebbe evitato, perché rallenta lo smaltimento di acido urico nel corpo. Infine è bene sapere che il digiuno, una dieta da fame, lo stress ed un intenso esercizio fisico possono esser cause di uricemia alta.

Uricemia bassa

Viceversa, una dieta povera di purine o proteine animali può essere tra le cause di uricemia bassa. Alla base ci possono essere vere e proprie patologie, come un’epatite virale o alcune terapie.

Revisionato dalla dott.ssa Elena Costa, Responsabile del servizio di medicina di laboratorio del Gruppo ospedaliero San Donato
Foto: © molekuul - 123RF

Potrebbe anche interessarti