Echinacea: proprietà e controindicazioni

Il nome scientifico delle principali tre specie è Echinacea angustifolia, Echinacea pallida o Echinacea purpurea. Si tratta di una pianta della famiglia delle Asteraceae dalle svariate proprietà e usi in erboristeria.

Proprietà dell’echinacea

Le principali proprietà, che hanno reso famosa questa pianta, sono antivirali ed immunostimolanti. Merito del suo essere ricca di polisaccaridi, di glicoproteine, di alchilamidi. Antibatterico è l'olio essenziale, in generale la pianta è quindi di aiuto contro le malattie da raffreddamento, in uso interno. Mentre l’uso esterno è indicato per le proprietà antirughe e tonificanti.

Benefici dell’echinacea

Come già anticipato, la pianta è di aiuto contro i sintomi correlati al raffreddore, per via dell’azione antibatterica e antiviale.

Controindicazioni dell’echinacea

Per prima cosa, possono insorgere delle eventuali reazioni allergiche, in caso di sensibilità verso uno o più componenti, causando eritema. Inoltre, essendo immuno-stimolante, è bene informare il medico prima dell’assunzione, se si soffre di patologie autoimmuni.

Foto: © Tamara Kulikova - 123RF

Il documento intitolato « Echinacea: proprietà e controindicazioni » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.