Ovaio micropolicistico: sintomi, cure e dieta

Fai una domanda
L’ovaio micropolicistico è una patologia che dipende dal sistema endocrino che può causare diversi disturbi. Vediamo come curarlo.


Significato

L’ovaio micropolicistico è un ovaio di dimensioni maggiori della norma, caratterizzato dalla presenza di follicoli più numerosi e più grandi: diametro di circa 10 millimentri, contro una norma di 5-6 millimetri.
L’ovaio micropolicistico può essere un ovaio pigro ad ovulare e può quindi, in alcuni casi, comportare problemi di infertilità.

Cause

Le cause dell’ovaio micropolisistco sono sostanzialmente sconosciute. Tuttavia potrebbero avere un’incidenza su questa patologia un eccesso di insulina che stimolerebbe l’ovaio a produrre androgeni, che bloccano l’ovulazione e determinano persistenza di follicoli ripieni di liquido o un’infiammazione di basso grado delle ovaie, che indurrebbe un aumento della produzione di androgeni. Si ipotizza, inoltre, a causa della presenza della patologia di più persone affette dal disturbo, una causa genetica, per cui si stanno effettuando diversi studi.

Sintomi

I sintomi dell’ovaio micropolicistico si manifestano dopo il menarca e si caratterizzano per mestruazioni irregolari con oligomenorrea o periodi anche di mesi di amenorrea, eccesso di androgeni, palesati da irsutismo, acne e alopecia, e un ingrossamento delle ovaie.

Ovaio micropolicistico e acne

L’acne fa parte del corteo sintomatologico dell’ovaio micropolicistico. Dopo aver eseguito i dosaggi degli ormoni che regolano il ciclo mestruale e degli androgeni, se questi esami confermano alterata produzione ormonale, è utile l’assunzione della pillola contraccettiva, che mette a riposo le ovaie, simulando una gravidanza. Se sono alti i livelli di androgeni si può associare un inibitore di questi ormoni (ciproterone acetato), ed infine si adotteranno localmente cure dermatologiche per l’acne.

Complicanze

I sintomi sono accentuati da condizioni come l’obesità e manifestarsi con il tempo del diabete di tipo 2, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, epatosteatosi, infertilità, depressione, perdite ematiche uterine o carcinoma dell’endometrio.

Ovaio micorpolicistico e gravidanza

Secondo uno studio eseguito presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Cardiff, le donne con ovaio micropolicistico possono concepire con le stesse probabilità di donne che non presentano questa patologia. Tuttavia donne con ovaio policistico in gravidanza risultano più soggette a sviluppare patologie come diabete, ipertensione o incorrere in un parto prematuro o aborto spontaneo. Inoltre i figli di donne con ovaio policistico incorrono in un aumento di possibilità di sviluppare ittero neonatale e difficoltà respiratorie alla nascita.

Cure

Interpretando l’ovaio micropolicistico come una sindrome endocrino-metabolica è utile una terapia medica ormonale a base di preparati contenenti estro-progestinici (fra questi ultimi più efficaci quelli ad attività antiandrogena) per curare definitivamente il disturbo. Nei casi resistenti alla terapia medica si ricorre alla terapia chirurgica, che prevede la resezione cuneiforme o una serie di fori multipli nell’ovaio. Questi interventi servono a ripristinare condizioni anatomiche, che permettano una regolare ovulazione.

Rimedi naturali

Posto che i rimedi naturali affiancano e non sostituiscono le cure mediche per l’ovaio micropolicistico, possono essere utili semi di lino - che sono in grado di controllare l’eccessiva produzione di androgeni -, come infuso o aggiunti a zuppe, o semi di fieno greco, cannella o menta come infuso.

Ovaio micropolicistico e dieta

Alcuni ricercatori hanno dimostrato che un regime alimentare basato sulla dieta mediterranea riesce ad aiutare a regolarizzare il ciclo mestruale. Utile affiancare alla dieta una regolare attività fisica di tipo aerobico (corsa, bicicletta) per almeno 40 minuti al giorno.

FOTO:© andegro4ka/123RF