Muco nelle urine: cause e rimedi

Fai una domanda
La presenza di muco nelle urine è un fenomeno normale, ma quando esso aumenta non è buon segno. Vediamo perché.


Presenza di muco nelle urine

Il muco è una sostanza proteica colloidale, densa e viscosa la cui funzione principale è proteggere gli epiteli delle mucose dove è prodotto, inglobando e allontanando sostanze che li possono danneggiare. È normalmente presente in vari apparati dal digerente al genitale. Nelle urine sono normalmente presenti tracce di muco, ma quando esso aumenta, rendendosi visibile ad occhio nudo sotto forma di filamenti (strutture lunghe, sottili e ondulanti) osservabili al microscopio ottico, può essere segno di irritazioni o infezioni delle vie urinarie.

Cause

Il muco può essere presente nelle urine per infezioni batteriche dell’uretra (uretrite), della vescica.
In questi casi sono presenti anche altri sintomi come bisogno impellente e frequente di urinare, minzione dolorosa, oliguria e bruciore durante la minzione. La presenza di muco nelle urine si ha anche in caso di calcolosi delle vie urinarie.

Muco nelle urine nei bambini

Abbastanza frequente e sintomo di infezione delle basse vie urinarie, il muco nelle urine nei bambini, soprattutto quando cominciano ad essere autonomi nell’espletare i loro bisogni: scarsa igiene intima e trattenere la pipì sono fra le cause che più di frequente determinano la presenza di muco nelle urine dei bambini.

Muco nelle urine in gravidanza

Non è rara la comparsa di muco nelle urine in gravidanza, rispondendo ad un meccanismo per cui l’organismo tende a proteggere le vie urinarie da eventuali irritazioni o infezioni. In ogni caso su consiglio del medico è bene eseguire un esame di urina ed eventualmente un’urinocultura.

Cosa fare

La terapia cambierà col cambiare della causa: se vi è un’infezione si praticherà una terapia antibiotica indirizzata dall’urinocultura. In ogni caso è consigliabile bere molto (1,5-2 litri di acqua al giorno) per effettuare un lavaggio delle vie urinarie. Modificare anche la dieta arricchendola di verdure crude e frutta, per purificare l’organismo. Osservare infine una corretta igiene intima, avendo cura le donne, durante la detersione, di non contaminare la zona vulvare con scorie provenienti dalla zona perianale ed anale.


FOTO:©pixelrobot/123RF