Sperone calcaneare: intervento chirurgico e rimedi naturali

Fai una domanda
Lo sperone calcaneare, noto anche come spina calcaneare, è una deformità dell’osso del tallone che può essere trattato con un intervento chirurgico o con alcuni rimedi naturali, utili per lenire il dolore.



Cos’è lo sperone calcaneare?

Lo sperone calcaneare è una protuberanza che si forma sulla superficie inferiore dell’osso calcaneare a causa di traumi o microtraumi che si verificano nelle aree di inserzione tra i tendini e l’osso calcaneare,ed è piuttosto frequente nelle persone in sovrappeso o che praticano un’intensa attività sportiva. Causato, nella maggior parte dei casi, da traumi nelle aree di intersezione tra i tendini e l’osso in questione, la sua apparizione ha - secondo alcuni - un’origine anche genetica visto che, in alcuni casi, si riscontra una maggiore predisposizione a causa della conformazione dell’osso che è costantemente sottoposto a una trazione dei tendini più intensa rispetto alla normalità. Non solo, però. Possono contribuire alla formazione dello sperone calcaneare anche il sovrappeso, che determina una maggior sollecitazione del sistema dei tendini, alcuni errori posturali, che si riscontrano più che altro nella deambulazione e attività sportive particolarmente intense o affrontate con calzature non adeguate.

Sintomi e diagnosi della spina calcaneare

I sintomi più comuni della spina calcaneare - che, in circa un terzo dei casi, non comporta dolori e fastidi se non in concomitanza ad infiammazioni in atto nei tessuti circostanti - sono un dolore localizzato quando si poggia il piede per terra, specialmente al mattino subito dopo il risveglio e quando ci si alza dopo un momento di riposo e un’ipercheratosi (o inspessimento) della pelle nella zona. Per avere una diagnosi, comunque, è necessario sottoporsi ad una visita medica che potrà definire la presenza del disturbo dapprima attraverso una semplice tastazione della zona e poi, eventualmente, tramite una radiografia del piede o un’ecografia dei tessuti adiacenti.

Come curare lo sperone calcaneare

Lo sperone calcaneare, se non trattato per tempo, può portare varie complicazioni come la fascite plantare, un’infiammazione della pianta del piede, o la borsite del calcagno, vale a dire l’infiammazione della borsa sierosa che si trova tra la cute e il tendine d’Achille. Per questo è utile intervenire con trattamenti conservativi (che vanno dagli impacchi con il ghiaccio per lenire i disturbi dell’infiammazione alle cure farmacologiche a base di cortisonici e antinfiammatori) abbinandoli a rimedi naturali. Tra questi sono particolarmente indicati come rimedi allo sperone calcaneare, i pediluvi a base di acqua calda e aceto di mele (che, in alternativa, può anche semplicemente essere passato sulla zona dolente con un batuffolo di cotone ben imbibito), i massaggi con acqua e curcuma (una spezia che, grazie alla curcumina, è particolarmente utile per ridurre il dolore e combattere le infiammazioni) e gli impacchi con semi di lino. In ultima ipotesi, poi, esiste un intervento chirurgico consigliato solo nei casi particolarmente gravi dato il suo esito incerto e vista la lunghezza del recupero post operatorio.