Dolore allo sterno: cause e rimedi

Fai una domanda
Il dolore allo sterno può essere causato da problemi dell’apparato cardiovascolare ma anche a cause legate agli apparati respiratorio o digerente.



Forte dolore allo sterno: le cause più comuni

Le possibili cause del dolore allo sterno possono essere tantissime e, da queste, dipendono ovviamente le cure più adatte a trattarlo. Tra le cause più comuni ci sono le patologie di carattere cardiaco (come angina, spasmo coronarico, attacco cardiaco vero e proprio, pericardite, dissezione aortica, miocardite o cardiomiopatia ipertrofica) e quelle di carattere polmonare che vanno dall’embolia polmonare alla pleurite, vale a dire l’infiammazione della membrana che ricopre i polmoni e la cavità del torace.

E non solo, tra le cause più diffuse che possono portare a un forte dolore allo sterno ci sono anche alcune patologie a carico del pancreas e della cistifellea (come la colecistite e i calcoli biliari), i problemi di carattere gastrointestinale (comeil reflusso gastroesofageo, la gastrite, l'ernia iatale) ma anche disturbi di carattere muscolo-scheletrico come la fibromalgia. Se il forte dolore allo sterno è circoscritto e appare in maniera improvvisa, poi, vengono valutate tra le cause possibili anche lo stress e gli attacchi di panico (che possono causare una sensazione di oppressione allo sterno) oltre ai, certamente più banali e meno gravi, colpi di freddo.

Dolori sternali: la diagnosi

Visto il gran numero e la diversità delle cause che possono portare alla comparsa dei dolori esternali è sempre consigliabile, quando questo fastidio si presenta, sottoporre la propria situazione ad uno specialista. In sede di visita, poi, sarà particolarmente importante riferire nei dettagli l’esatta sintomatologia spiegando al medico la durata, l’intensità e l’eventuale presenza di altri sintomi associati (o associabili) a questo dolore.

Quando il dolore è riconducibile a problemi di natura cardiovascolare un pronto intervento è indispensabile. Nel caso in cui oltre al dolore compaia una difficoltà a respirare, un senso di oppressione al torace, un dolore contemporaneo ad altre parti del corpo - in particolar modo il braccio sinistro e il collo -, una sensazione di nausea e vertigini, una sudorazione improvvisamente abbondante e quando il dolore non cambia d’intensità nemmeno cambiando posizione, è consigliabile rivolgersi immediatamente al pronto soccorso o mettersi prontamente in contatto con il 118.

Male allo sterno: quali sono le cure?

Le cure per il male allo sterno cambiano, ovviamente, a seconda della patologia all'origine del dolore. In caso il sospetto sia un problema di natura cardiovascolare l’unico suggerimento è quello di rivolgersi prontamente al pronto soccorso (dove uno specialista potrà prescrivere farmaci anticoagulanti per favorire il flusso sanguigno verso il cuore abbassando la pressione), in tutti gli altri casi sarà comunque consigliabile fissare una visita di controllo per definire la cura più adatta alla singola situazione.

Nel caso di patologie polmonari, per esempio, lo specialista potrà prescrivere farmaci fluidificanti e trombolitici (in caso di embolia polmonare) o antidolorifici in caso di pleurite, la patologie di natura muscolo scheletrica, invece, potranno essere trattate con la somministrazione di farmaci anti-infiammatori non steroidei uniti al riposo mentre gli antiacidi e i farmaci che bloccano l'acidità gastrica saranno la cura più indicata nel caso di problemi di carattere gastrointestinale.