0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Borsite: sintomi e cura

Da non confondere con la tendinite, la borsite è un’infiammazione delle borse sierose, delle piccole sacche situate tra due strutture muscolo scheletriche, al livello delle articolazioni. Per di più benigne, esse possono aggravarsi se l’arto colpito non è messo a riposo.


Definizione

La borsite, chiamata anche igroma, si manifesta con un’infiammazione delle borse sierose che fungono da dei cuscini tra due tendini, tra la pelle e un tendine o tra l’osso e il tessuto. Situate a livello delle spalle, dei gomiti, delle mani, delle anche, delle ginocchia, delle caviglie e dei piedi, esse contengono del liquido sinoviale e proteggono le articolazioni dalle pressioni.

Tipi di borsite

Diverse sono le tipologie di borsite esistenti. Le più comuni sono la borsite al gomito, la borsite della spalla (suracomiale o sudeltoidiana), la borsite del piede, della rotula, borsite trocanterica, borsite dell’anca e del ginocchio.

Sintomi

I segni caratterizzanti di una borsite sono un dolore localizzato, un’infiammazione e dei rossori, accompagnati da delle difficoltà di movimento della parte compita.

Cause

Diversi sono i fattori che possono causare una borsite: una ferita diretta sull’arto, un esercizio inusuale dell’articolazione, l’utilizzo e una pressione prolungati del membro colpito, un’infezione della ferita, spesso dovuta da stafilococco dorato, un’artrite o una cattiva preparazione nello sport.

Fattori di rischio

Le persone aventi un’attività professionale o sportiva che necessita di movimenti ripetitivi sono i più esposti. Anche gesti sbagliati o postura scorretta possono causare una borsite. In alcuni casi l’origine è ereditaria o metabolica.

Cura

Più frequente

Nei casi più frequenti vengono prescritti degl’antinfiammatori non steroidei, degli analgesici e la messa in riposo dell’arto colpito. L’applicazione di ghiaccio consente di alleviare i dolori.

In casi gravi

Se la borsite risulta essere grave possono essere prescritte punture, iniezioni di corticosteroidi per borsiti senza infezione in corso, antibiotici, nel caso di infezioni o di bursectomia (l’ablazione della borsa sierosa). Essi vengono prescritti se non sussiste un miglioramento con i trattamenti convenzionali o in caso di peggioramento.

Quando consultare il medico?

Si raccomanda di consultare il medico in ogni caso, soprattutto quando i dolori e/o l’infiammazione dura da più di una settimana, quando il dolore o l’infiammazione tornano regolari, in caso di dolori particolarmente violenti.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo