Levemir®: principio attivo, dosaggio e durata d’azione

Fai una domanda
Il Levemir® è utilizzato nella terapia del diabete. Questo farmaco si presenta sotto forma di una cartuccia e si somministra per via sottocutanea. Di seguito il suo principio attivo, il dosaggio e la durata d'azione e gli eventuali effetti collaterali.


Principio attivo del Levemir®: l’insulina

Il Levemir® è un farmaco la cui somministrazione avviene tramite iniezione da effettuare sotto cute. Il principio attivo di questo medicinale è l’insulina, un ormone prodotto dal pancreas, che nei pazienti affetti da diabete può essere ridotto o non adempiere bene alla sua funzione.

Dosaggio e durata d’azione del Levemir®

Il Levemir® è indicato nel trattamento del diabete negli adulti, negli adolescenti e nei bambini di più di 1 anno. La posologia, espressa in numero di unità, varia in funzione della glicemia del paziente, perciò quest’ultimo deve controllare la glicemia ed essere regolarmente seguito. Ogni unità si inietta sottocute nella coscia, nella natica, nel braccio o nell’addome. La prima iniezione si può praticare in un qualsiasi momento della giornata, ma le altre devono essere somministrate alla stessa ora.Talvolta è necessaria una seconda iniezione la sera.
È importante modificarne la dose se il Levemir® è associato ad un antidiabetico orale o ad un agonista dei recettori del GLP-1, se il paziente cambia le sue abitudini alimentari o se pratica più sport.

Controindicazioni

Levemir® è controindicato nei bambini di meno di 1 anno e nelle persone ipersensibili all’insulina o ad un’altra sostanza che entri nella composizione del farmaco. Questo farmaco si può utilizzare durante la gravidanza (in caso di diabete) e l’allattamento.

Effetti collaterali

Circa il 12% delle persone trattate con Levemir® riscontrano effetti collaterali. Quello che si riscontra di più è un tasso di glicemia anormalmente basso (ipoglicemia), ma possono verificarsi anche reazioni locali come rossore, prurito ed edema nel punto di iniezione che scompaiono spontaneamente nello spazio di qualche giorno o qualche mese. Levemir ® può anche determinare disturbi della visione e disturbi respiratori.
Quando il Levemir® è associato ad un antidiabetico orale che contiene pioglitazone aumenta il rischio di insufficienza cardiaca. In caso di associazione il paziente deve essere strettamente seguito ed il trattamento interrotto se compaiono sintomi di insufficienza cardiaca.