Lavaggi nasali: come si fanno

Fai una domanda
I lavaggi nasali, sono trattamenti medici che permettono di alleviare riniti ed altri disturbi respiratori. Queste tecniche vengono praticate a bambini (particolarmente) ed adulti nel dispositivo terapeutico della sfera otorinolaringoiatrica, per migliorare il funzionamento dei bronchi.


Definizione

Il lavaggio del naso, pratica molto antica, permette di prevenire infezioni come raffreddore ed otite. Questa tecnica viene praticata sui neonati per evacuare il muco cervicale ingerito al momento del parto. Il lavaggio viene realizzato con l’ausilio di uno spray o di un siero fisiologico. Nei soggetti con età inferiore ai 15 anni si sconsiglia spray e soluzioni contenenti vasocostrittori a causa degli eventuali rischi secondari.

Indicazioni

Il lavaggio nasale permette di alleviare le manifestazioni di rinite e/o di sinusite, in particolare nelle loro forme croniche o recidivanti, tra le quali la rinite allergica e la poliposi naso-sinusale, che evolve nel 40% dei casi in un asma. Questo trattamento assicura un miglior controllo della funzione respiratoria partecipando così all’eliminazione di allergeni come acari e pollini, ma anche batteri o virus. Il lavaggio del naso è indicato anche durante una fibrosi cistica, BPCO e in seguito a delle operazioni chirurgiche al naso.

Come preparare la soluzione

Lavare e sciacquare accuratamente un recipiente in vetro dalla capienza di un litro circa. Riempirlo con dell’acqua minerale o del rubinetto e aggiungervi 2 o 3 cucchiaini di sale grosso da cucina e un cucchiaio di bicarbonato. Mescolare con cura prima di effettuare il lavaggio e conservare il composto a temperatura ambiente. Se la soluzione porta irritazione utilizzare meno sale.

Come effettuare il lavaggio nasale

Il lavaggio in sé viene effettuato con l’ausilio di una siringa (senza ago) o di una pipetta acquistabile in farmacia e si pratica in entrambe le narici. Bisogna posizionarsi al di sopra del lavabo, piegare la testa di lato, e infilare la siringa nella narice in alto e spruzzarvi la soluzione che colerà dall’altra narice, dopo essere passata nelle fosse nasali. Ciò fatto bisogna espellere fortemente l’aria della narice più bassa chiudendo l’altra con le dita. Il passaggio successivo prevede la realizzazione dello stesso processo nell’altra narice.
Il lavaggio può essere praticato due volte al giorno, tutti i giorni.

FOTO:© Kittichai Boonpong/123RF