0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Curaro – Definizione


Definizione

All’origine, il curaro è un potente veleno estratto da alcune piante utilizzate dagli indiani dell’Amazonia che lo utilizzavano per cacciare, paralizzando le loro prede, con frecce ricoperte di questa sostanza. Il curaro è in effetti capace di paralizzare diversi muscoli, tra cui i quelli respiratori, provocando la morte per asfissia dell’animale o della persona avvelenata in assenza di supporto ventilatorio. La medicina utilizza questa proprietà del curaro in anestesia con lo scopo di rilasciare i muscoli per facilitare l’intubazione durante un intervento chirurgico; o per permettere delle manipolazione degli arti in un contesto di chirurgia ortopedica, come la posa di protesi.
Il documento intitolato « Curaro – Definizione » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.