0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Andrea Lehotska: l'ex naufraga dell'Isola viva per miracolo

Andrea Lehotska ha raccontato a Diva e Donna l'infezione che l'ha colpita lo scorso ottobre: "A un certo punto mi hanno dato due giorni di vita". Ora è sulla via di guarigione, in Thailandia. 

Andrea Lehotska non ha ancora 36 anni, ha già vissuto (al meno) sette vite ed è viva per miracolo. "A un certo punto mi hanno dato due giorni di vita - ha raccontato a Diva e Donna -. Non ho mai considerato l'idea di poter morire, anche se ho fatto testamento". Slovacca di nascita ma italiana d’adozione, modella, attrice (ha recitato per Stefano Salvati e Giovanni Veronesi ed è stata la protagonista di diversi video di Vasco Rossi), conduttrice tv (ha affiancato Chiambretti e fatto da sé), interprete (parla 7 lingue incluso il thailandese), scrittrice (ha pubblicato più di un libro), fotografa e blogger oltre che ex naufraga de L’Isola dei Famosi edizione 2012 (si classificò terza), è sopravvissuta a “uno shock da setticemia, legato a un'infezione che forse ho preso in qualche viaggio, ma forse le cause sono state più di una essendomi ferita una gamba in un incidente in motorino”. Ora sta (quasi) bene e non ha nessuno intenzione di rimodulare la sua vita. Anzi, l'è venuta ancora più voglia di viverla, quella vita che l'ha quasi portata all'altro mondo.

Tutto è iniziato lo scorso ottobre, durante una visita in famiglia, in Slovacchia. Andrea sta male all’improvviso: sviene, ha la febbre alta, vomita. “All'inizio ho pensato che si trattasse di un tumore al polmone perché le lastre documentavano una macchia nera - ripercorre la giovane attivissima su Instagram -. Ma cresceva a dismisura e non poteva essere una massa tumorale, mi dicevano i medici. Il quarto giorno di ricovero ho perso il 98% per cento dei polmoni: l'infezione stava compromettendo gli organi".

Andrea viaggia molto, per questo viene ricoverata al Centro europeo di ricerca sulle malattie infettive tropicali: "Mi hanno rigirata come un calzino tra analisi e test di ogni tipo, lastre e radiografie finché, nonostante non mi abbiano mai dato una comprovata diagnosi, hanno detto che poteva trattarsi di un batterio o virus preso durante uno dei miei viaggi, che a contatto con un altro batterio o virus ha scatenato l'infezione”. Andrea perde i capelli, i valori peggiorano, i medici le danno due giorni di vita. Lei tiene duro, resiste, finché, a dicembre, inizia a migliorare e sceglie di non smettere di fare ciò che più ama fare. Viaggiare, scattare foto e raccontare i popoli e i paesi nei suoi reportage.

Ora è in Thailandia, perché “se devo morire preferisco farlo qui al sole. Basta medici e medicine, voglio vivere nei miei posti del cuore”. Soprattutto, voglio vivere.

Il documento intitolato « Andrea Lehotska: l'ex naufraga dell'Isola viva per miracolo » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.